Home Cronaca Caivano, liceo chiuso a tempo indeterminato: la Provincia finalmente si muove…

Caivano, liceo chiuso a tempo indeterminato: la Provincia finalmente si muove…

3231
17
SHARE

avviso liceo

di FRANCESCO CELIENTO

CAIVANO – Liceo “Braucci” chiuso a tempo indeterminato. Infatti, dopo che da stamane 24 marzo (al termine di anni di immobilismo più totale, anche da parte del Comune di Caivano, ndr) la Città Metropolitana di Napoli (ex Provincia) ha comunicato che ha dato avvio alla procedura burocratica per intestarsi un contatore del plesso di via Diaz, da cui dipende fra l’altro l’impianto antincendio, di conseguenza il preside La Montagna, a sua volta, ha avvisato gli alunni che le lezioni sono sospese fino a nuovo sms (vedi foto sopra). Di sicuro è difficile che la scuola riapra domani (mercoledì 25 marzo).

La vicenda nasce da un’impuntatura del commissario del Comune Contarino, il quale ha preteso che l’ente di via Matteotti innanzitutto versasse i soldi per le bollette pagate dal Comune finora (circa 250mila euro) e poi staccato i due contatori, ma nonostante i vari avvisi di distacco nessuno si era mai mosso. La competenza della scuola superipori ricade sulla Provincia, che a Caivano è ospitato gratuitamente dal Comune.

l black-out in parte dell’edificio ha causato la chiusura disposta dal commissario del Comune per quattro giorni fino ad oggi 24 marzo causa motivi d’ordine pubblico. La ex Provincia solo stamane ha mandato una nota ufficiale al Comune, dove si lamenta del comportamento poco ortodosso dell’ente locale, e promette di restituire anche i soldi arretrati prelevati ingiustamente dal bilancio del paese.

Ma il Comune non farà sconti. “Se entro 15 giorni la Città Metropolitana – dice il commissario Contarino – non ci manderà le somme dovute, provvederemo alla riscossione coattiva”. Il preside intanto si è rivolto al prefetto chiedendo di intervenire presso i due enti e ripristinare un servizio pubblico interrotto.

Insomma una storia cui la parola fine è lontana…

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleIl candidato Luigi Sirico presenta i gruppi di lavoro sabato 28 marzo
Next articlePatologie di confine, congresso dal 26 al 28 marzo a Napoli
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

17 COMMENTS

  1. “la Città Metropolitana di Napoli (ex Provincia) ha comunicato che ha dato avvio alla procedura burocratica per intestarsi i due contatori del plesso di via Diaz” Fonte?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here