Home Eventi&Spettacoli LE ECCELLENZE CAMPANE A BARCELLONA

LE ECCELLENZE CAMPANE A BARCELLONA

1108
0
SHARE

f8152fc117_ingresso-di-eccellenze-campaneNAPOLI – Dopo Montecarlo, Parigi e Stoccolma, la regione Campania presenta le sue eccellenze agroalimentari a Barcellona.  L’evento “Le Eccellenze Campane a Barcellona” si svolgerà il 30 e 31 marzo presso il Grand Hotel de Luxe Majestic Barcellona ed  è promosso dalla Direzione Generale per lo Sviluppo Economico e le Attività Produttive della Regione Campania (Progetto “Potenziamento della promozione del Made in Campania” – POR FESR Campania 2007/2013 – Obiettivo Operativo 2.6) con la collaborazione del Consolato Generale D’Italia , la  Camera di Commercio e la Casa degli Italiani. Un’occasione unica per gli spagnoli per conoscere 23 aziende campane che producono  le migliori eccellenze nel campo dell’agroalimentare, in particolare della pasta, della mozzarella di Bufala, dei vini, dei dolci, dei liquori, delle conserve, dei pelati.

Il programma dell’evento prevede due giorni di incontri B2B, degustazioni gratuite insieme ad incisive azioni di promozione e comunicazione per far conoscere la storia, la tradizione e la qualità delle produzioni campane. Alla kermesse, dedicata agli addetti ai lavori, hanno già dato la loro adesione buyers, importatori, grossisti alimentari, ristoratori, alcuni fra chef stellati e sommelier più rinomati della Spagna, la stampa specializzata e gli opinion leaders, le scuole  alberghiere e di ristorazione. Interverranno anche le istituzioni della città catalana e i rappresentanti consolari dei vari paesi del mondo con sede a Barcellona.

Ampliare il numero delle imprese esportatrici, potenziarne i canali di presenza sui mercati esteri e  migliorare la nostra capacità di attrazione degli investimenti  esteri sono tre aspetti fondamentali della strategia di rilancio delle politiche di export che, in base a tutti gli indicatori economici, appaiono prioritarie per rispondere alla crisi del sistema produttivo.- sostiene Fulvio Martusciello, consigliere del presidente Caldoro alle Attività produttive e Sviluppo economico  –

In linea con questi obiettivi, la Giunta Caldoro ha puntato concretamente sul Piano di promozione del made in Campania grazie al quale, dall’avvio dell’intervento ad oggi, abbiamo coinvolto in 60 azioni di promozione internazionale più di 1000 imprese, favorendo la creazione di 5000 contatti business e commerciali. Con la partecipazione di 23 pmi a Eccellenze Campane a Barcellona, dopo le tappe in Costa Azzurra, a Parigi e a Stoccolma, grazie alle quali abbiamo ottenuto riconoscimenti per le nostre produzioni e coinvolto 111 imprese di alta qualità, prosegue il nostro impegno a favore dell’apertura del sistema produttivo campano verso i più strategici e promettenti mercati export”.

L’evento “Le Eccellenze Campane a Barcellona” promette di ottenere lo stesso riscontro delle precedenti edizioni in altri paesi europei. Molti produttori campani sono già riusciti ad entrare nel grande circuito della distribuzione dell’agroalimentare internazionale. La Campania all’estero dimostra di avere un grande “appeal”  grazie anche ai suoi prodotti unici. Barcellona è conosciuta come capitale del modernismo ma anche come uno dei poli agroalimentari più importanti del mediterraneo; residenza dei più importanti buyers, catene di distribuzione  e grossisti;  con migliaia di ristoranti e una variante impressionante di sapori, accoglie gli chef fra i più talentuosi d’Europa, che sono sempre alla ricerca di nuovi sapori, prodotti di nicchia e dal gusto originale. I prodotti agroalimentari della Campania sono molto ricercati dagli spagnoli, infatti a Barcellona vi sono centinaia di ristoranti italiani e in particolare campani, che offrono ricette e specialità della nostra regione, rendendo la cucina campana la più esportata in Spagna e una delle più apprezzate.

LE AZIENDE ESPOSITRICI

ITALIANA VERA (CONSERVE E SUGHI BIOLOGICI – NAPOLI); DEL GIUDICE ANTONIO (FRUTTA SECCA); D’AVINO SRL (ZUCCHERO – NAPOLI); SOLE E TERRA DEL VESUVIO SRL (POMODORINI, MELENZANE E FRIARIELLI – NAPOLI); QUATTRO SAS (PRODOTTI SOTTO OLIO); CONSORZIO HISTORIA ANTIQUA (CONSORZIO VITIVINICOLO); BOCCIA CONFETTI SRL (CONFETTI); TORREFAZIONE A.CASTORINO SAS (CAFFE’ – SALERNO); PODERI DEI LEONI SAS DI PONTICELLI LUISA (MOZZARELLA DI BUFALA E RICOTTA – NAPOLI );CANTINE MEDITERRANEE SAS (CANTINE VITIVINICOLE – NAPOLI);P.K. GIORDANO –  (PASTA E SPEZIE – SAN GIUSEPPE VESUVIANO – NAPOLI); DISTILLERIA NASTRO D’ORO (LIQUORI); IASA – SAPORI DI MARE (TONNO, COLATURA DI ALICI); LA ROSINA (PELATI); I SAPORI DI CORBARA (POMODORINI); TANTO QUANTO SRL (LIQUORI); G.A.C.MAESTRI PASTAI (PASTA); ANTICA TRADIZIONE CARFORA (DOLCI); CAMPANIA A TAVOLA (SUGHI,SALUMI,VINO, MOZZARELLA,OLIO, ALICI,CIOCCOLATINI ARTIGIANALI); PMC INDUSTRIE (TRASFORMAZIONE POMODORI); PACGEL (SURGELATI); FEIO SRL (CAFFE’); CERIELLOLIVE SRL (OLIVE).

SHARE
Previous articleDomenica 29 marzo si inaugura la sede deI 5 stelle
Next articleCaivanese-San Vitaliano 4-0, festa al campo ‘Papa’
Francesco Celiento
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here