Home Cronaca Caivano, spari contro una ditta di onoranze funebri

Caivano, spari contro una ditta di onoranze funebri

5409
1
SHARE

di FRANCESCO CELIENTO

CAIVANO – Non ha fatto in tempo nemmeno a riaprire (la data è stata fissata per oggi 4 agosto al termine di un lungo stop dovuto a problemi burocratici, ndr) che ieri sera, o forse nella notte, sono stati esplosi quattro colpi di pistola in Diaz nei confronti della saracinesca della ditta di onoranze funebri “Esposito”. Solo stamane il titolare ha avvisato i carabinieri della tenenza di Caivano dell’accaduto, mentre nessuno nella giornata di ieri pare abbia udito qualcosa.

I militari, guidati dal tenente Aldo Di Foggia, indagano a trecentosessanta gradi, privilegiando la pista del racket delle pompe funebri. Per risalire all’autore o agli autori del gesto intimidatorio l’arma ha setacciato tutte le telecamere di Caivano.

Ogni settimana in città accade un episodio criminale, anche ad agosto. Che fine ha fatto la tanto promessa Compagnia dei Carabinieri da parte dei governi di centrosinistra locali? E’ necessaria una maggiore spinta dal basso, speriamo che il neosindaco Simone Monopoli si faccia promotore di un’azione forte verso il prefetto per avere una maggiore vigilanza su un territorio vasto e dai mille problemi.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleCaivano, ancora rifiuti in strada. Rottura con la ditta Buttol? Riparati solo i pozzetti nella villa comunale
Next articleMonopoli concede la proroga alla ditta che raccoglie i rifiuti a Caivano fino al 31 gennaio 2016, poi la gara d’appalto
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

1 COMMENT

  1. caro direttore vorrei denunciare la situazione socio economico degli stagionali ex cirio di pascarola che sono stati soppiantati da estracomunitari per pochi euri al giorno senza alcuna copertura assicurativa da varie coperative formate dai nuovi padroni dello stabilimento che da sarno invece di trasferirsi paesi del terzo mondo hanno portato il terzo mondo a caivano. Spero in eventuale interesse dato che nessun politico o sindacalista si e interessato ha questa situazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here