Home Cronaca Rimosse a Casolla 8 scheletri di automobili grazie a ufficio ambiente, vigili...

Rimosse a Casolla 8 scheletri di automobili grazie a ufficio ambiente, vigili urbani, Apam, carabinieri ed esercito

2836
0
SHARE

rifiuti-carcasse-auto-rifiuti-tossici

di FRANCESCO CELIENTO

CAIVANO – Entro stamane 24 agosto saranno del tutto rimosse le otto vetture totalmente bruciate e non più identificabili, ritrovate dal comando vigili urbani il 7 agosto, alle spalle dell’industria Ultragas, situata a ridosso del ponte di Casolla, dietro la segnalazione di alcuni cittadini. Dopo questa scoperta, c’è stato un sopralluogo a cui ha partecipato il funzionario Vito Coppola, delegato all’Ambiente del Comune, insieme con i carabinieri, i vigili urbani, personale dell’esercito e le guardie ambientali dell’Apam. (la foto è d’archivio, riguarda il ritrovamento di auto abbandonate sui Regi Lagni QUALCHE ANNO FA)

Grazie ad una convenzione che il Comune ha stipulato con una ditta di Casalnuovo, l’ente non sosterrà alcun costo per la rimozione e la successiva demolizione delle auto abbandonate, che come ci spiega l’ingegnere Andrea Mascolo,  delle Guardie Ambientali, purtroppo rappresentano un fenomeno molto diffuso a Caivano e quindi da questo momento in poi, con il supporto del Comune, inizierà una vera e propria campagna di rimozione di queste carcasse d’auto.

Ripescando negli archivi del giornale, abbiamo scoperto che già qualche anno fa, nel giorno di Santo Stefano, Carabinieri e Vigili Urbani, sempre nella frazione Casolla, in un’area di campagna vicina all’ex cimitero colerico, poco dopo il ponte sull’autostrada A1, rinvennnero sei automobili in fila completamente bruciate.

 

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleCaivano, interventi di deblattizzazione fino a venerdì
Next articleRuba ferro nella villa comunale: 56enne di Caivano bloccato dai carabinieri
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here