Home Altri Comuni Padre Tommaso Galasso ricorda Santa Brigida di Svezia e San Giovanni Leonardi:...

Padre Tommaso Galasso ricorda Santa Brigida di Svezia e San Giovanni Leonardi: “due giganti della Chiesa diventati Santi per l’eroicità delle loro imprese”

908
0
SHARE

foto-festa-s-brigida-ottobre

NAPOLI – “Due Giganti della Chiesa” è il termine con cui Padre Tommaso Galasso, dell’Ordine della Madre di Dio e parroco della Chiesa di Santa Brigida, ricorda San Giovanni Leonardi, protettore dell’Ordine dei Farmacisti e Santa Brigida di Svezia, compatrona d’Europa.

“Ottobre – afferma Padre Tommaso – è un mese particolarmente importante per la nostra comunità parrocchiale in quanto ricorre la canonizzazione di due Santi che hanno conquistato la propria santità grazie all’eroicità delle loro imprese, oltre che attraverso il riconoscimento teologico dei miracoli”.

Padre Tommaso inizia con la figura di San Giovanni Leonardi: “prima speziale (oggi corrispondente alla professione di farmacista, ndr), poi teologo, fu nominato nel 1596 da Papa Clement VIII visitatore apostolico commissario con l’incarico di riformare, secondo i canoni del Concilio di Trento, le congregazioni benedettine di Montevergine, Vallombrosa e Monte Senario; da ricordare le sue grandi battaglie per riaccendere lo spirito missionario della Chiesa, in particolare nel Sud America. La sua beatificazione coincide con l’Unità d’Italia nel 1861 ad opera di papa Pio IX, mentre nel 1938 la canonizzazione è ad opera di Papa Pio XI”.

Poi prosegue con il ricordo della fondatrice dell’Ordine Briggidino, Santa Brigida di Svezia: “moglie e madre di otto figli, dotata di pregevoli qualità pedagogiche, fu canonizzata da Papa Bonifacio IX nel lontano 1391 e oggi la sua tenace opera di cristianizzazione attraverso impegnativi pellegrinaggi e spesso sfidando i potenti di corte, rappresenta un modello importante per le nuove generazioni sempre più attratte dalla cultura dell’edonismo”.

Non poteva certo mancare alla celebrazione eucaristica e al ricordo della propria fondatrice, la delegazione campana dell’Ordine Militare del Santissimo Salvatore e di Santa Brigida di Svezia (nella foto), che per l’occasione ha formulato i migliori auguri di buon lavoro al neo insediato Padre Generale dell’Ordine della Madre di Dio, Padre Vincenzo Molinaro, che subentra a Padre Francesco Petrillo, trasferito a Lucca. “I Cavalieri dell’Ordine di Santa Brigida – ha affermato il Gran Maestro, Principe Federico Abbate de Castello Orleans – “sono ben lieti di proseguire il cammino spirituale e benefico intrapreso da anni  accanto ai Padri Leonardini, in quanto crediamo nel raggiungimento di obiettivi comuni: aiutare i bisognosi, gli infermi, le ragazze madri, gli orfani, e ovviamente propagandare la fede cristiana, seguendo gli insegnamenti di Santa Brigida”.

SHARE
Previous articleANTONIO ANGELINO E’ IL NUOVO SEGRETARIO DEL PD: SAREMO UNA VALIDA ALTERNATIVA ALLE PROSSIME ELEZIONI
Next articleCaivano, dopo 84 giorni torna il Consiglio Comunale
Francesco Celiento
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here