Home Cronaca Casoria, la polizia arresta 2 ragazzi spacciatori dopo un inseguimento notturno

Casoria, la polizia arresta 2 ragazzi spacciatori dopo un inseguimento notturno

2534
0
SHARE

di FRANCESCO CELIENTO

CASORIA – Una mezza notte per acciuffarli. Ma alla fine il Commissariato Polstato di Afragola, diretto dal vicequestore Alfredo Carosella, ci è riuscito. Un cittadino di chiare origine britanniche John Mauro Tuck, 22enne, e Angelo Tortora di 20, sono stati arrestati per spaccio di droga, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, entrambi erano incensurati, quasi insospettabili. Il primo è accusato anche di porto e detenzione di armi da fuoco, munizionamento e ricettazione. La storia è iniziata ieri sera 4 marzo alle ore 19.30 quando gli agenti sono andati a perquisire la casa di John Mauro Tuck, sospettando che fosse dedito allo spaccio di stupefacenti; infatti nella casa di questi, dove c’era la sola madre ed il conviventi di quest’ultima, la polizia ha rinvenuto in un armadio una busta di plastica con all’interno due coltelli recanti chiare tracce di hashish, altrettanti bilancini di precisione, trecento buste di plastica con clips tipiche di quelle usate per confezionare la droga ed una busta per alimenti dove erano occultati sei pezzi di hashish; a questo punto le forze dell’ordine attendevano il ritorno del ragazzo per contestargli il reato ma questi non arrivava.

Così la polizia giudiziaria si metteva alla caccia del Tuck, che intanto si apprendeva che era uscito con un altro ragazzo di Casoria, Angelo Tortora; entrambi, infatti, venivano intercettati, dopo vari giri fra Casoria, Casavatore, Secondigliano e dintorni, a via Taverna Rossa (Casavatore), a bordo di una Ypsilon, dove gli agenti notavano anche che i due scambiavano soldi e bustine con un altro automobilista, altro indizio dell’attività illegale esercitata. La polizia, però, decideva di non intervenire immediatamente perché l’area era affollata di gente ed aveva saputo che il cittadino di origine britannica poteva essere armato.

Infatti, seguendo l’utilitaria guidata da Tortora, erano quasi le tre di notte, intanto, i tre poliziotti intimavano l’alt in via Verdi a Casavatore mentre i due stavano facendo l’inversione a U; vistisi scoperti, Tuck e Tortora scendevano a piedi tentando un’inutile fuga; il Tortora veniva subito fermato ed immobilizzato mentre il Tuck durante la fuga estraeva una pistola che poi lasciava sotto un’automobile ma non riusciva a sottrarsi alla cattura. La pistola, una calibro 9, presentava la matricola abrasa ed aveva 8 colpi nel serbatoio, nell’auto venivano rinvenuti 73 grammi di marijuana, divise in 59 bustine, 175 euro in contanti ed un punteruolo apriostriche, addosso al Tuck, nascosti negli slip, gli agenti trovavano altri 170 euro mentre il Tortora deteneva una lama di sei centimetri; la perquisizione di rito a casa di quest’ultimo dava esito negativo. I tre agenti operanti sono stati contusi e venivano medicati presso la clinica “Villa dei Fiori” di Acerra; John Mauro Tuck, secondo le indicazioni del pm di turno presso la Procura di Napoli Nord, è stato tradotto nel carcere di Poggioreale mentre il suo complice posto agli arresti domiciliari.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleCaivano, nella notte tentano di incendiare un negozio di abbigliamento in via Diaz
Next articleCaivano, ancora sversamenti illeciti scoperti dalle guardie zoofile
Francesco Celiento
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here