Home News Il rituale degli inneschi: ecco come si accendono i roghi

Il rituale degli inneschi: ecco come si accendono i roghi

2592
0
SHARE
rogo campo rom

rogo campo rom

Quando avvengono i roghi tossici, molte volte ci chiediamo perché accadono in modo così furtivo e silente, senza comprendere chi, cosa, come e perché. Esiste, in realtà, un rituale che viene eseguito da chi dovrà accendere i fuochi e si compone di quattro fasi. E’ un vero e proprio rituale degli inneschi.

La procedura è molto simile a quella di una “catena di montaggio” dove ogni individuo ha un compito ben preciso, quale:

Il rituale degli inneschi

1) Individuazione sito di sversamento
2) Preparazione inneschi con copertoni usati e stracci
3) Sversamento rifiuti
4) Incendio

Grazie a questo sistema, i diversi autori di reato possono sfuggire ai controlli; ogni azione è coordinata e può essere facilmente compiuta, perché ognuno è libero di agire, in modo furtivo e passare inosservato.

Ci sono diversi inneschi, uno è sul territorio di Caivano. Si sta già creando un gruppo di volontari e liberi cittadini che si definiscono “Sentinelle della legalità” che con i propri mezzi stanno pattugliando la zona Cinque Vie, inerenti al campo rom.

In questi giorni hanno trovato i primi inneschi e grazie all’opera di osservazione e conoscenza del fenomeno hanno stroncato sul nascere alcuni roghi, facendo intervenire tempestivamente chi di dovere, al fine di limitare i danni al territorio e alla salute dei cittadini.

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleScampia, sequestrato campo Rom, sarà sgomberato per roghi tossici
Next articleAggiornamento Caso quindicenne in fin di vita: il gioco dell’amaca
Enza Angela Massaro
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger e social media manager. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Vice segretario nel direttivo del SUGC (Sindacato Unitario Giornalisti Campania). Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con varie emittenti televisive per interviste e servizi. Ha collaborato come blogger per Fanpage, dal 2012 al 2019, e ha fondato il blog "Respirando Rosa". Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here