Home Cronaca In via Caputo alcuni residenti lasciano la spazzatura fuori la scuola

In via Caputo alcuni residenti lasciano la spazzatura fuori la scuola

1753
1
SHARE

CAIVANO – Rifiuti depositati correttamente sì, ma fuori la scuola. Accade, come documentano queste foto, a via Caputo dove è sito l’Istituto Comprensivo “Cilea-Mameli”, il più grande di Caivano. Infatti, secondo le lamentele di molte mamme ed operatori scolastici, i cittadini residenti nella parte di strada dove è ubicata la scuola, anziché lasciare i rifiuti, differenziati ed indifferenziati, fuori al loro civico di appartenenza, come prevede il regolamento comunale, utilizzano il marciapiede della “Cilea-Mameli” per depositare la spazzatura. Così capita che quando il pattume non viene raccolto, alunni, mamme e maestre devono camminare facendo lo slalom fra la “monnezza”. Un comportamento sicuramente da censurare che denota la poco civiltà di tanti abitanti di Caivano.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleLadri di monetine alla scuola “Rodari” di Pascarola
Next articleArrestato il super killer Mauro Marra, gestiva traffici di droga a Caivano
Francesco Celiento
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

1 COMMENT

  1. Mica lo fanno solo là, si fà dappertutto. Si è scoperta l’acqua calda dopo sette anni che il Sindaco Falco ha tolto i contenitori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here