Il Commissario richiede la redazione del PEF 2017, dove sta quello dell’amministrazione Monopoli?

Il piano economico finanziario (PEF) rappresenta la fase finale dello studio di fattibilità di un progetto d’impresa,nel nostro caso dei conti comunali, di cui valuta gli aspetti finanziari e la convenienza economica. Deve necessariamente essere redatto in modo realistico per poter in modo veritiero affrontare le spese.

Lo scopo del PEF è mettere a confronto i costi e i ricavi che ci si aspetta una volta realizzato il progetto d’impresa, in modo da poterne valutare la fattibilità. Ma tiene anche in considerazione i margini legati all’indebitamento dell’impresa ed è uno strumento di valutazione finanziaria, perché indica se il progetto sarà in grado di ripagare il proprio debito.

Insomma, il PEF stabilisce se il risultato economico del progetto d’impresa sarà un utile o una perdita, contrapponendo ricavi e costi previsti. 

L’ultimo assessore alle finanze del Comune di Caivano, Giovanni Casillo insieme all’ex sindaco Simone Monopoli aveva garantito sulla veridicità dei conteggi e del bilancio presentato e negli ultimi incontri con i consiglieri comunali aveva confermato la presenza e genuinità del PEF 2017 (In Consiglio Comunale più volte contrastato dai consiglieri Mellone e Ponticelli).

Novità (per pochi) che il Commissario Prefettizio con determina 777 del 15-11-2017 ha approvato l’impegno di spesa per redarre il PEF 2017 con un esborso da parte dell’ente di 4000 euro a favore della società GEROPA.

Tagged with

Lascia un commento

Your email address will not be published.