Home Politica Gara nettezza urbana, trovato verbale dove si evincono i presenti alla riunione...

Gara nettezza urbana, trovato verbale dove si evincono i presenti alla riunione di Marzo. Ecco chi sapeva…

1379
0
SHARE
riunione marzo 2017

Documentare è il primo obiettivo di un vero e bravo giornalista, che lascia agli opinionisti (non sono giornalisti) di lasciare proprie opinioni sui fatti più disparati. Quando si affrontano questioni spinose come le vicende politiche caivanesi occorre tempo perché bisogna ricavare carte, documenti e non chiacchiere, lo scritto resta, le parole vanno via come il vento…

firme riunione marzo 2017
firme riunione marzo 2017

Cercando cercando abbiamo trovato in esclusiva il verbale della riunione tenutasi il 13 Marzo scorso presso la Scuola Materna Matilde Serao, dove si parlò del contratto e della copertura finanziaria della gara di Nettezza Urbana

Da sempre, sia l’ex Sindaco sfiduciato Dott. Simone Monopoli e l’ex Assessore al Bilancio Dott. Giovanni Casillo, hanno asserito di non sapere perché la gara di RR.SS.UU. (Aggiudicata dall’ex Responsabile dell’Ufficio Tutela Ambientale Dott. Vito Coppola con Determina n. 188 del 02/03/2017) non riportava più la copertura finanziaria dopo l’approvazione del Bilancio Stabilmente Riequilibrato.

In realtà ne erano perfettamente a conoscenza, come si evince chiaramente nelle dichiarazioni resa nel corso della riunione tenutasi il 13 marzo scorso presso la Scuola Matilde Serao.

La riunione venne organizzata dall’Ufficio Tutela Ambientale, nella persona del Dott. Vito Coppola, per definire il crono-programma degli obblighi assunti dalla Ditta Buttol nell’Offerta Tecnica presentata in sede di gara.

Questa riunione arriva dopo che l’allora Responsabile della Tutela Ambientale Dott. Coppola, con Determinazione Dirigenziale n. 188 del 02/03/17 prendeva atto della Sentenza del Consiglio di Stato, dove riportava la Decisione n. 709 del 16.2.2017 con la quale si chiariva che la pronuncia del Tar in merito alla illegittimità o meno della procedura selettiva costituisse un obiter dictum, del tutto irrituale, e che le “osservazioni sul merito del ricorso, tuttavia, proprio perché del tutto estranee alla ratio decidendi che ha portato alla dichiarazione di inammissibilità del ricorso di primo grado, non sono idonee al passaggio in giudicato e non hanno, quindi, alcuna portata vincolante nei confronti della stazione appaltante”;

Parteciparono alla riunione del 13/03 c.a.:

L’allora Sindaco Dott. Simone Monopoli, l’ex Assessore all’Ambiente Dott. Antonio Baldi, l’ex Assessore al Bilancio Dott. Giovanni Casillo, l’ex Assessore degli Affari Legali Dott. Michele Dulvi Corcione, I Responsabili della Ditta Buttol S.r.l. Dott. Luigi Cappellucio e il Dott. Alberto Manganiello, l’ex Responsabile dell’Ufficio Tutela Ambientale Dott. Vito Coppola.

Preliminarmente il Dott. Vito Coppola precisava che l’ufficio aveva posto in essere una Determina in data 02/03 c.a. con la quale si era provveduto ad aggiudicare in via definitiva alla Ditta Buttol il Servizio di Igiene Urbana per il Comune di Caivano alle condizioni tutte della Gara D’appalto.

Il Dirigente evidenziava inoltre che la Determina era stata adottata dopo aver acquisito il parere di Regolarità Contabile da parte del Responsabile dell’Ufficio Ragioneria e Finanze

Sempre il Dott. Coppola faceva presente ai convenuti che in data 07/03 c.a. che il Segretario Generale Dott.ssa Raffaela di Maio aveva richiesto al Responsabile dell’Ufficio Ragioneria e Finanze dell’Ente la certificazione della copertura finanziaria dell’affidamento al fine di poter predisporre gli atti per la stipula del contratto.

Il Dott. Coppola evidenziava al Sindaco e agli Assessori presenti che al momento nulla era pervenuto in tal senso da parte del Responsabile dell’Ufficio Ragioneria e Finanze.

L’Assessore al Bilancio il quale precisava di ritenere, in virtù di quanto affermato dal dott. Coppola relativamente alla mancata acquisizione del parere contabile per la copertura finanziaria dell’atto contrattuale, ritiene necessario definire, prioritariamente tale aspetto e, solo in una seconda fase, affrontare le problematiche di natura operativa. Naturalmente, fa presente che questo secondo aspetto, assolutamente non secondario, verrà esaminato entro 48 ore, auspicando l’immediata risoluzione dell’aspetto tecnico-contabile ed invitando, pertanto, anche il Sindaco ad adoperarsi in tal senso.

Il documento che pubblichiamo cosa evidenzia?

  1. Che il Dott. Coppola, ex Responsabile dell’Ufficio Tutela Ambientale aveva correttamente evidenziato il problema della copertura della spesa del Servizio di Igiene Urbana;
  2. L’inerzia del Responsabile dell’Ufficio Ragioneria e Finanze Dott. Gennaro Sirico, che non riscontrava la nota del Segretario Generale del 07/03 c.a.
  3. Che il Sindaco e l’Assessore all’Bilancio e l’Amministrazione Comunale tutta erano pienamente a conoscenza del definanziamento del capitolo 1300, in quanto Con Deliberazione di Giunta Municipale n. 294 del 27/12/2016 avevano approvato lo schema di Bilancio Stabilmente Riequilibrato che riduceva il predetto capitolo da € 550.000,00 nel 2016 a € 50.000,00 nel 2017.
  4. La responsabilità Politica del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale che avevano sottoposto all’ approvazione del Consiglio Comunale uno Schema di Bilancio Stabilmente Riequilibrato omettendo di dare comunicazione ai Consiglieri presenti in aula del taglio della spesa per il Servizio di Igiene Urbana.

Per effetto delle azioni poste in essere dall’Ufficio Ragioneria e Finanze e dall’Amministrazione Comunale non si è mai potuto sottoscrivere il Contratto con la Buttol, creando le condizioni per un disagio per la collettività, per gli operatori della ditta e per la tutela della salute sul territorio.

Questo è quello che dicono le carte, con firma dei presenti, e credo che nessuno possa asserire il contrario, mentre tornando all’informazione ci risulta secondo più testimonianze che al predetto incontro presenziò anche l’ex staffista del sindaco il dott. Giovanni De Cicco, giornalista professionista anche se non risulta verbalizzata la sua presenza.

Non ci è stato spiegato in quale veste era presente e da chi invitato, ma possiamo affermare di non aver mai letto articoli riguardanti questa riunione, nonostante il grande interesse che nutre per il territorio caivanese. Il dott. De Cicco è anche uno dei pochi giornalisti professionisti a Nord di Napoli, quindi dovrebbe e potrebbe rendere un servizio molto professionale a tutti i cittadini e potrebbe essere un esempio per altri giornalisti nella ricerca della verità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here