Home News Ancora più a picco la raccolta differenziata

Ancora più a picco la raccolta differenziata

327
0
SHARE
RACCOLTA DIFFERENZIATA

Dati ancora peggiori rispetto ai primi due mesi dell’anno per la raccolta differenziata a Caivano, marzo è stato uno dei mesi peggiori nella storia della raccolta differenziata, si è scesi sotto il 23 %, un dato davvero preoccupante per i cittadini che a questo punto avranno un aumento certo nel prossimo anno.

dati differenziata I trimestre 2018
dati differenziata I trimestre 2018

Emorragia che non viene fermata. Al commissario pare che il problema non sia di sua risoluzione, infatti è impegnato a fare altro, mentre al Settore ambiente, diretto da Lello Celiento, questi dati sembrano non preoccupare.

Non si affronta il problema in città, come quello al Parco Verde, dove la differenziata non è mai partita e quotidianamente si raccoglie solo indifferenziato.

Infatti si continua a spendere, cifre considerevoli, per raccolte straordinarie ma non si accenna ad una svolta nella raccolta dei rifiuti e in special modo nella differenziata.

Meno si differenzia e più si pagherà per lo smaltimento, ma visto che è una spesa a carico dei cittadini, poco importa.

SHARE
Previous articleProgetto Benessere 2018, a Telese dal 23 maggio
Next articleNemo Science Museum, un patrimonio olandese da visitare
Pasquale Gallo
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here