Home News Nasce il progetto “Noi siamo bambini” che vede capofila l’istituto Morano

Nasce il progetto “Noi siamo bambini” che vede capofila l’istituto Morano

1352
0
SHARE

Dopo innumerevoli notizie di cronaca sul Parco Verde, in merito alla questione di Fortuna, le istituzioni hanno deciso di liberare la comunità dall’etichetta che all’interno del rione esistano solo criminali o pedofili. E’ così che nasce un nuovo progetto “Noi siamo bambini” in chiave sperimentale per prevenire l’abuso e lo sfruttamento sessuale dei minori. Il primo istituto che ha aderito è l’ IT “Francesco Morano”, stipulando una convenzione con il dipartimento “Pari Opportunità” della presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il progetto “Noi siamo bambini”

Il progetto coinvolge 10 scuole:

  • 4 della Campania
  • 6 del Lazio

insieme all’Istituto di Ortofonologia, all’agenzia di stampa “Dire”, al Garante dell’Infanzia del Lazio e alla Società Italiana di Pediatria. I dirigenti scolastici dei dieci istituti si sono incontrati proprio a Caivano, dove al Morano la preside Eugenia Carfora, ha aperto le porte dei due plessi del Parco Verde agli altri presidi d’Italia, provenienti da Piedimonte Matese, Frattamaggiore e Crispano, in Campania, e da Acquapendente, Roma Centocelle, Sermoneta e Norma, Latina e Aprilia, nel Lazio.

Cyber security a Cinecittà

Ma le novità non finiscono qui. Proprio ieri la preside Eugenia Carfora, nell’aula Cyber conference organizzata da Trend Micro tenutasi negli studi di Cinecittà a Roma – che ha avuto come ospiti i manager e gli amministratori delegati delle più importanti società del mercato -ha raccontato la sua esperienza come preside coraggio in uno dei territori devastati dall’abuso dei minorenni in spaccio di droga e dal controllo sociale inesistente, insistendo proprio sull’importanza di un intervento mirato, proprio perché: “Dove ci sono i ragazzi, c’e’ il mondo” (Eugenia Carfora) 

 

SHARE
Previous articlePresentato il “Giro della Campania in Rosa” e l’83esima Coppa Caivano
Next articleNapoli, la mostra dell’artista Salvador Dalì “infiamma” la città
Enza Angela Massaro
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger, social live strategist. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con Capri Event per interviste e servizi. Blogger Fanpage. Nel tempo libero si concede un po' di shopping e qualche serata tra gli amici. Nel tempo riflessivo si dedica alla lettura di saggi di psicologia e alla visione di film impegnati. Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here