Home Eventi&Spettacoli Campo scuola alla Colonia San Benedetto organizzato dalla Parrocchia San Giorgio

Campo scuola alla Colonia San Benedetto organizzato dalla Parrocchia San Giorgio

2381
0
SHARE

L’ Azione Cattolica della Parrocchia San Giorgio M. in Pascarola di Caivano (Na), ha vissuto un ulteriore esperienza di formazione, dopo quella del “Grest” (“oratorio estivo”, che ha visto coinvolti 160 partecipanti tra bambini ed animatori nel mese di giugno).
Dal 23 al 27 luglio un gruppo di 50 giovani-giovanissimi hanno partecipato al “Campo Scuola” tenutosi presso la “Colonia San Benedetto” in Cetraro Marina (Cs).

I ragazzi sono stati accompagnati dal parroco, Don Salvatore Verde, dal collaboratore, Don Salvatore Landolfo e naturalmente dalla presidente dell’associazione, Susy Fera, consacrata delle Paoline, assieme agli animatori Debora Galdiero, Isabel Alzati, Angela Marino, Francesco Spena e Giuseppe Rocchetto.

Un’esperienza che è stata preparata precedentemente con grande sforzo e dinamismo, con l’ausilio anche di altri responsabili – Luca Allegretto e Annamaria Semonella – che purtroppo, per motivi di lavoro, non hanno potuto partecipare.

Campo scuola “Talentiamoci”

Il Campo Scuola, intitolato “Talentiamoci”, ha cercato di accompagnare i giovani partecipanti a riconoscere i propri talenti, che spesso si tende a nascondere o a non riconoscere. La finalità di quest’esperienza è stata proprio di offrire ai partecipanti un’occasione per mettere a fuoco le loro qualità per il proprio bene e degli altri.

Preghiera e divertimento

I partecipanti hanno vissuto momenti di preghiera: le lodi al mattino; l’esperienza del “deserto” (momento in cui ciascun ragazzo si è isolato per ritrovare se stesso attraverso una riflessione personale supportato da delle domande che sono state proposte); l’Adorazione Eucaristica, terminata con un momento di commozione da parte di tutti i giovani; la Santa Messa di conclusione.

A questi momenti naturalmente sono state alternate anche esperienze di svago e divertimento, svolgendo insieme delle attività, scendendo in spiaggia e al mare, partecipando all’animazione serale offerta dalla struttura, organizzando uno spettacolo dove ognuno ha esposto i propri talenti e vivendo uno “spiaggia party” serale.

Raccontare le proprie esperienze

L’ultimo giorno i ragazzi sono stati invitati a condividere la propria esperienza e ciò che è piaciuto loro in particolare. È stato molto edificante ascoltare da tutti che l’esperienza dell’Adorazione Eucaristica è stato il momento che li ha coinvolti maggiormente. Un esperienza, quella dell’Adorazione Eucaristica, che hanno vissuto in più momenti. All’inizio i giovani sono stati bendati in segno di abbandono totale nelle mani del Signore.

Hanno ascoltato una canzone e poi hanno scritto su un post-it il proprio sogno e, sempre bendati, sono stati chiamati uno alla volta ad uscire fuori, ovviamente accompagnati, dove hanno trovato una grande stella, ai piedi di Gesù Eucaristico, su cui hanno attaccato i loro post-it dov’era scritto il loro sogno mentre un sottofondo musicale allietava il momento di spiritualità. Ed è stato proprio questo il momento in cui tutti si sono commossi e si sono consolati a vicenda, attraverso un abbraccio affettuoso. È stata un’esperienza che ha edificato tutti.

Ringraziamenti

A conclusione del Campo Scuola i ragazzi hanno lasciato la struttura non senza nostalgia e portando nel cuore il desiderio di poterne vivere un’altra.
《Ringrazio di cuore tutti e ciascuno dei partecipanti -dice il parroco don Salvatore Verde- per questa occasione profondamente formativa. Sono grato a Dio per questi giovani che hanno messo fuori il meglio di sé stessi. Sono certo che queste esperienze aiutano a crescere e a maturare. Un grazie ai miei collaboratori, alle famiglie di questi giovani per la fiducia che ci accordano e al Comitato Festa Patronale, che ha contribuito a pagare parte delle spese》.

SHARE
Previous articleViolenza sessuale in Sardegna, in carcere un caivanese. Il giovane si difende
Next articleUrgente intervento a via Colanton Fiore, erbacce invadono la strada
Enza Angela Massaro
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger, social live strategist. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con Capri Event per interviste e servizi. Blogger Fanpage. Nel tempo libero si concede un po' di shopping e qualche serata tra gli amici. Nel tempo riflessivo si dedica alla lettura di saggi di psicologia e alla visione di film impegnati. Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here