Home Cronaca Iniziati i lavori al corso Umberto I all’incrocio con via Vico

Iniziati i lavori al corso Umberto I all’incrocio con via Vico

1749
0
SHARE
riparazione Corso Umberto I
riparazione Corso Umberto I

Circa due anni di attesa, tra denunce scritte, fotografiche e appelli sui social dei residenti che vedevano giorno dopo giorno peggiorare sempre di più la situazione con la strada che man mano scendeva sempre di più.

L’ultimo appello proprio qualche giorno fa su un gruppo Facebook che parla dei problemi cittadini, poi finalmente da ieri il minicantiere è stato aperto e pare che l’intervento sia più accurato rispetto alle altre volte.

Buca via Vico ad inizio 2018
Buca via Vico ad inizio 2018

I residenti e altri cittadini denunciavano la pericolosità anche perchè la buca che si stava creando all’incrocio tra corso Umberto I e via Vico era in prossimità della fermata del bus dove solitamente c’è gente in attesa.

Buca via Vico settembre 2018
Buca via Vico settembre 2018

Negli ultimi mesi oltre al problema alla fogna c’era stata anche una perdita idrica con una riparazione lampo e una ‘passata’ di asfalto superficiale che non ha sanato nulla fino alla settimana scorsa quando l’asfalto si è crepato e mano mano stava cedendo.

Nuovi lavori alla fognatura

 

SHARE
Previous articleUna cittadina caivanese si consacra all’Ordo Virginum il 15 settembre
Next articleA Santa Barbara, giovedì, interruzione energia elettrica per 7 ore
Pasquale Gallo
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here