Home News Canoni Parco Verde. Pronte le cartelle, € 4.388.370,26 da recuperare

Canoni Parco Verde. Pronte le cartelle, € 4.388.370,26 da recuperare

2502
0
SHARE
Parco Verde Caivano
Parco Verde Caivano

Il grosso buco finanziario del Parco Verde è stato messo al vaglio dalla Commissione straordinaria e con determina n. 969 del 06/12/2018 adottata dal Responsabile dell’Ufficio Manutenzione dott. Stefano Lizzi, il Comune ha stabilito che gli abitanti del p.co verde devono al comune per canoni non versati le seguenti somme:

Anno 2014 immissione a ruolo coattivo di un importo di € 862.013,76

Anno 2015 immissione a ruolo coattivo di un importo di € 862.013,76

Anno 2016 immissione a ruolo coattivo di un importo di € 862.013,76

Anno 2017 immissione a ruolo coattivo di un importo di € 901.164,49

Anno 2018 immissione a ruolo coattivo di un importo di € 901.164,49

Gli elenchi predisposti con i nominativi degli abitanti morosi del P.Co Verde saranno inviati all’agente della riscossione, che, come da contratto stipulato con questo Ente rep. 6623 del 7/2/2011, risponde alla società SO.GE.R.T. SpA con sede in Grumo Nevano –
Piazza Cirillo n. 5, affidataria del servizio di tesoreria e delle entrate patrimoniali.

.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleScoperta una centrale di spaccio a Caivano
Next articleI negozianti di Caivano si tassano per le luci natalizie
Pasquale Gallo
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here