Home News Dopo tre anni di pagamenti la Wbo Italcables passa ai dipendenti

Dopo tre anni di pagamenti la Wbo Italcables passa ai dipendenti

542
0
SHARE
Italcables Caivano
Italcables Caivano

Dopo tre anni di affitto in cui hanno rilanciato l’impresa, gli operai di Caivano della Italcables hanno ultimato il pagamento del prezzo pattuito, diventando così proprietari dello stabilimento.

Antonio Passantino dello studio Passantino di Brescia, liquidatore giudiziale del concordato preventivo di Italcables (gruppo siderurgico italiano sottoposto a concordato preventivo presso il Tribunale di Brescia), con atto notarile in data 22 novembre 2018, ha trasferito definitivamente la proprietà dell’azienda sita in Caivano alla cooperativa Wbo Italcables, costituita e finanziata da un gruppo di 57 lavoratori dello stabilimento.

La vicenda Italcables sembrava destinata a concludersi negativamente, con la chiusura dello stabilimento di Caivano. Nel 2015, però, 57 dipendenti hanno costituito una cooperativa di lavoro finanziandola tramite impegno del loro Tfr e della loro indennità di mobilità, formalizzando poi una proposta d’acquisto da perfezionare dopo un periodo di affitto di tre anni.

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleI negozianti di Caivano si tassano per le luci natalizie
Next articleA Caivano truffe con spray narcotizzante
Pasquale Gallo
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here