Home Primo piano La 5a rata Tari 2017 resta illegittima, il Comune deve rimborsare

La 5a rata Tari 2017 resta illegittima, il Comune deve rimborsare

1134
0
SHARE
tari 2018 Caivano
tari 2018 Caivano

E’ diventata una vera e propria ribellione alla Tari, a Caivano la gente ha detto stop, ma dal Comune non sembrano dello stesso avviso.

Dopo la sentenza del Tar che ha annullato gli atti impugnati, il dirigente comunale Gennaro Sirico ha pubblicato un avviso sul portale del comune invitando i cittadini a pagare, in virtù dell’appello proposto dall’Ente.

comunicato uff ragioneria
comunicato uff ragioneria

Il netto NO dell’avvocato del comitato cittadino

Essendo una materia molto complessa il comitato cittadino dopo la nota del dirigente Sirico ha nuovamente contattato l’avvocato che ha confermano la non veridicità di tale nota.

Ecco i perchè:

    • Non risponde la vero il fatto che la sentenza n. 6535/2018 sia stata impugnata;
    • Infatti con delibera Commissione Straordinaria n. 244/2018 è stato solamente deliberato di proporre l’appello avverso la predetta sentenza e per effetto è stato conferito l’incarico ad un legale;
    • Pertanto la sentenza è esecutiva (e tale sarà sino ad una sua eventuale sospensione da parte del Consiglio di stato) e quindi spiega tutti gli effetti da essa derivanti, ovvero l’annullamento delle delibere impugnate;
    • Di conseguenza, ad oggi, il comune non ha titolo per riscuotere il pagamento della rata integrativa Tari 2017 (la famosa 5a rata), fondata sulle delibere annullate, poichè la riscossione sarà possibile solo e quando, una volta concretamente proposto l’appello (notificato e depositato in Consiglio di Stato), sarà discussa la Camera di Consiglio (se richiesta la tutela cautelare) e, in accoglimento dell’istanza cautelare, sarà sospesa la sentenza.     

Trattasi, come evidente, di fasi future ed eventuali.

La 5a rata è quindi illegittima, non va pagata e rimborsata.

Come chiedere il rimborso

Per chiedere il rimborso della rata pagata lo scorso 31 maggio 2018 basta scaricare il modulo in basso e compilarlo con i dati del contribuente,

Ecco il link del modulo:

TARI istanza-rimborso-converted

In allegato basta aggiungere la copia del documento e della tassa pagata.

Il documento va prodotto in duplice copia e consegnato al protocollo del Comune a via De Gasperi, una copia va conservata con il timbro della ricezione del Comune e vale come ricevuta.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleIl Pd raccoglie firme per chiedere chiarezza ai commissari sul costo della raccolta rifiuti
Next articleEstorsione con il cambio assegni in tutti i comuni dell’area Nord
Pasquale Gallo
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here