Home Cronaca Ubriaco e armato di coltelli minaccia moglie e figlie, arrestato un 45enne

Ubriaco e armato di coltelli minaccia moglie e figlie, arrestato un 45enne

1725
0
SHARE
Ubriaco e armato di coltelli minaccia moglie e figlie. Carabinieri arrestano 45enne

I Carabinieri della Tenenza di Caivano hanno tratto in arresto un 45enne per maltrattamenti in famiglia, già noto alle forze dell’ordine. Pare che l’uomo avesse il vizio di bere e ieri pomeriggio, tornato a casa ubriaco, senza alcun motivo ha impugnato dei coltelli e ha minacciato moglie e figlie. Sono intervenuti i militari dell’arma, che hanno bloccato l’uomo nel vialetto di casa, dove si aggirava ancora sotto effetto di alcol.

Dopo essere stato bloccato dagli agenti è stato arrestato. La moglie ha denunciato tutto ciò che ha subito per mesi, ingiurie, violenze e minacce che sono state pronunciate dal 45 enne anche in presenza dei carabinieri. Attualmente è ai domiciliari presso l’abitazione di un parente, i coltelli da lui impugnati sono stati sequestrati.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleIl 1° marzo 2019 la prima udienza sul sequestro dell’ex campo rom
Next articleDomenica “La grande festa della Befana” al plesso Scotta
Enza Angela Massaro
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger, social live strategist. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con Capri Event per interviste e servizi. Blogger Fanpage. Nel tempo libero si concede un po' di shopping e qualche serata tra gli amici. Nel tempo riflessivo si dedica alla lettura di saggi di psicologia e alla visione di film impegnati. Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here