Home News La Commissione approva il piano degli obiettivi 2018, pochi quelli raggiunti

La Commissione approva il piano degli obiettivi 2018, pochi quelli raggiunti

396
0
SHARE
feedback-positivo-e-negativo
feedback-positivo-e-negativo

Con delibera n. 262 del 28/12/2018 la Commissione straordinaria ha approvato il piano degli obiettivi che i Funzionari Responsabili di Settore dovevano raggiungere nell’anno 2018.

Quasi 100 Obiettivi per rilanciare il ruolo del Comune.

Molti i regolamenti che dovevano essere approvati entro il 31 Dicembre tra cui:

  • Regolamento per l’esercizio del diritto di informazione e di accesso agli atti e documenti amministrativi;
  • Regolamento per la Protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali;
  • Regolamento per il rilascio della C.I.E. (Carta di Identità Elettronica);
  • Regolamento sul Bio – Testamento;
  • Nuovo REC
  • Regolamento che disciplina il mercato Comunale
  • Regolamento per la definizione bonaria delle controversie legali
  • Regolamento Entrate Comunali

Inoltre nel piano è prevista la rideterminazione della Pianta Organica, l’approvazione di un piano programmato per le manifestazioni pubbliche, l’intercettazione di finanziamenti per l’implemento di attività progettuali, un progetto per la definizione di tutte le pratiche di condono edilizio giacenti, la gestione telematica di tutte le pratiche S.U.A.P, l’approvazione di un programma biennale per gli acquisti di beni superiori a € 40.000,00, il censimento di tutti gli immobili di proprietà comunale, la Gara per lo Smaltimento della F.O.U (umido), la gara per il servizio di pulizia degli immobili comunali, installazione del sistema di videosorveglianza, l’esame di tutte le pratiche giacenti relative ai fondi per il terremoto, gli inventari di tutti i beni mobili del comune, la riscossione coattiva delle entrate patrimoniali, la rinegoziazione dei mutui, l’emissione del ruolo per le sanzioni del C.D.S., l’ampliamento delle aree pedonali della Z.T.L., predisposizione di un piano di parcheggio a pagamento, la rilevazione e la lettura delle targhe e la manutenzione della segnaletica stradale.

Questo dovevano realizzare i funzionari responsabili dei singoli settori per l’anno 2018, infatti i dirigenti oltre a percepire lo stipendio, ricevono una tariffa fissa già stabilita più una variabile rispetto agli obiettivi raggiunti.

Se si confronta questo piano con la realtà di Caivano c’è da rimanere sconcertati, poco e nulla è stato realizzato.

Molte sono rimaste sulla carta e nel frattempo il paese rimane nel degrado.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleRaccolta differenziata troppo bassa nel 2018, Caivano quasi ultimo tra i comuni ricicloni
Next articleAntonio Palumbo, il fotografo che dona luce alla bellezza di Caivano
Pasquale Gallo
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here