Home Cronaca 5^ rata Tari 2017: il Consiglio di Stato “congela” la sentenza del...

5^ rata Tari 2017: il Consiglio di Stato “congela” la sentenza del Tar che dava ragione ai cittadini

1109
0
SHARE
Rifiuti non raccolti

CAIVANO – Quinta rata della spazzatura 2017, il Consiglio di Stato, a cui il Comune è ricorso tramite l’avvocato De Angelis, blocca l’esecutività della sentenza di prima grado – quella che stabilì che i cittadini non dovevano versarla, per intenderci – in attesa del verdetto definitivo, che sarà questa volta irrevocabile. Tecnicamente il provvedimento adottato il 28 marzo dal massimo organo di giustizia amministrativa si chiama sospensiva e spesso si pronuncia in attesa di decidere nel merito del ricorso vero e proprio. Quindi nessuna paura di dover pagare la quinta rata aggiuntiva, visto che solo l’esito finale stabilirà definitivamente se i cittadini debbano versare o meno questa parte del tributo Tari del 2017, deciso dai commissari a dicembre 2017 dopo che notarono un presunto buco nei conti della tassa della spazzatura.

Il Tar Campania, a cui aveva adito la nota industria chimica Ppg, mise un punto fermo affermando che, sebbene la Tari poteva essere aumentata, ciò fu fatto, dai commissari dell’epoca, fuori tempo massimo e quindi, a norma di legge, la sentenza finale del Consiglio di stato dovrebbe dare di nuovo ragione ai cittadini. Ma non si sa mai…

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleTantissimi sconti presso la nuova gioielleria SC TIME CAIVANO
Next articleIniziato lo sfalcio dell’erba nelle scuole e alla villa comunale
Francesco Celiento
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here