Il “Miracolo” è stato compiuto anche quest’anno… Campiglione 2019

1523
0
SHARE

Riuscire a realizzare una festa patronale, come quella di Campiglione, è un’opera assai ardua. Ogni anno, i cittadini prima del grande evento ci pongono la solita domanda:”Ma quest’anno la festa si farà?” perché si tratta sempre di un evento eccezionale, con dinamiche diverse, spesso affidate al caso. Quest’anno, la variabile meteorologica ha giocato un ruolo sfavorevole nella giusta riuscita.

L’ organizzazione e la gestione dell’evento sono state affidate al presidente della proloco “Un futuro per Caivano”, l’architetto Carla Donesi.

Il programma civile è stato gestito nei dettagli, con procedure di sicurezza messe in atto, ma nonostante tutto, il maltempo ha creato troppi ostacoli per la realizzazione del concerto dello storico gruppo musicale di Caivano, I Mash, e della sfilata “Caivano Moda Event“, dove quest’anno gli organizzatori hanno dovuto interrompere il defilé in seguito ad una tempesta improvvisa, scatenatasi sul palco.

E’ stato dato spazio alla New Carvis Band di Caivano, che organizza concerti bandistici sul territorio locale e i paesi limitrofi. Per la prima volta, dopo tanti anni, dei cittadini si sono esibiti in una performance “in casa”. Questo è un dato importante da non sottovalutare.

Certo i disagi ci sono stati, ma non possiamo dimenticare la presenza di Sua Eccellenza, il Monsignor Nunzio Galantino, amministratore del Patrimonio della Santa Sede di Roma, che ha partecipato alla celebrazione della Santa Messa.

Il discorso di Padre Cosimo è stato molto toccante, ringraziando tutti coloro che hanno voluto collaborare con donazioni spontanee per la realizzazione della festa, gli organizzatori e le istituzioni:

“L’unico evento bello rimasto a Caivano è la Festa di Campiglione, non facciamocelo togliere. Ci rivedremo dinuovo il prossimo anno… La festa è di tutti, non dobbiamo pensare che sia solo dovere delle istituzioni contribuire a renderla spettacolare. Tutti noi possiamo farlo”.

(Padre Cosimo Pagliara)

Tante persone hanno contribuito alla realizzazione, come gesto gratuito. Da non dimenticare il contributo dell’emittente Capri Event, che insieme a noi della redazione “IlgiornalediCaivano.it” ha seguito gli eventi di tutta la programmazione.

L’anno prossimo tutti noi ci auspichiamo di essere più fortunati e forse è il caso di dirlo ancora una volta: “Evviva, Maria!”.

SHARE
Previous articleIncontro sulle relazioni umane a Campiglione con i giovani
Next articleStato di agitazione dei dipendenti della Buttol
Enza Angela Massaro
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger, social live strategist. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con Capri Event per interviste e servizi. Blogger Fanpage. Nel tempo libero si concede un po' di shopping e qualche serata tra gli amici. Nel tempo riflessivo si dedica alla lettura di saggi di psicologia e alla visione di film impegnati. Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here