Home Altri Comuni Diritti, solidarietà e confronto: assistenti sociali sempre più in prima linea

Diritti, solidarietà e confronto: assistenti sociali sempre più in prima linea

200
0
SHARE
Diritti, solidarietà e confronto: assistenti sociali sempre più in prima linea

Articolo a cura di Bianca Buononato

NAPOLI –  “BRUTTE STORIE bella gente, Assistente Sociale: una professione STRAORDINARIA”: Questo è il titolo del libro e dell’omonimo seminario che si terrà lunedì 20 maggio nella sala Spinelli della Facoltà di Scienze politiche della Federico II, in via Rodinò, con un focus incentrato su: “Cosa raccontano i media della professione, cosa raccontano della professione gli assistenti sociali”.

Il meeting inizierà alle 8.30 con registrazione e accoglienza. Apertura lavori di Gilda Panico (nella foto), presidente del consiglio dell’Ordine degli Assistenti Sociali della Campania. Seguiranno i saluti istituzionali di Vittorio Amato, Paola De Vivo, Delia Manferoce, Giuseppe Scialla, Maria Carmela Agodi e Rosario Ucciero.

A seguire interventi di Delia Monferoce sul tema “La ricchezza di una professione al servizio delle persone”; di Franco Buononato su “Tre casi emblematici dal libro di Gianfranco Mattera ”Brutte storie bella Gente”; di Gianfranco Mattera su “Gli assistenti sociali e la narrativa.

L’ideazione del libro brutte storie bella gente. La struttura. I temi etici e deontologici: la resilienza, l’autodeterminazione”; Paolo Manfredi su “L’intervento professionale tra relazione d’aiuto e processi di burocratizzazione”; di Gennaro Izzo su “Il panorama legislativo regionale e nazionale in materia di servizi sociali”; di Massimo Corrado su “L’assistente sociale tra crisi e innovatività”; di Andrea Di Fiore su “Il Servizio Sociale presso l’Ente Locale: criticità attuali e prospettive future”. Dopo il dibattito, conclusione e chiusura lavori di Gilda Panico,Presidente CROAS Campania.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here