Home Cronaca Caos rifiuti, indagini in corso. L’isola ecologica al collasso

Caos rifiuti, indagini in corso. L’isola ecologica al collasso

937
0
SHARE

La situazione rifiuti a Caivano si fa giorno dopo giorno sempre più ingarbugliata. Sono quasi tre anni che la gara è stata aggiudicata, ma nessuno nel frattempo ha ancora firmato il contratto con la Buttol S.r.l. che continua a percepire somme ingenti ogni mese con pagamenti puntuali dell’Ente firmati e certificati dal dirigente al ramo.

Il servizio non è conforme, la differenziata inesistente e quasi nessun punto del capitolato di gara è rispettato, ma tardano ad arrivare provvedimenti. Cumuli di rifiuti in tutta la città oramai da settimane, raccolta a macchia di leopardo e al Parco Verde la situazione igienico sanitaria è grave.

09/06/2019 Domenica di Pentecoste con padre Maurizio Patriciello si continua a lottare senza arrendersi mai, per i bambini e per tutti coloro che sono costretti a subire tale crimine ambientale. Grazie nostro amato padre.

Pubblicato da Pasquale Natale su Martedì 11 giugno 2019

Il responsabile e i responsabili, per legge, pagheranno, come è capitato per i canoni del Parco Verde. Ma passeranno anni dopo le denunce, le pec certificate e i dossier consegnati in giro per la Campania.

Nonostante non ci sia un sindaco, ma una triade commissariale, poco è cambiato fino ad oggi, con la cittadinanza giunta allo stremo della sopportazione, vista anche la tassa che viene pagata e destinata a crescere per le responsabilità dell’Ente e dei propri dipendenti comunali.

Indagini in corso

Questa vicenda pare però che abbia preso anche una piega penale, ci sono delle indagini in corso e lunedì anche in NAS (nuclei antisofisticazioni e sanità) i Carabinieri per la Tutela della Salute sono stati negli uffici di Pascarola.

L’isola ecologica

Centro raccolta Caivano giugno 2019

La situazione all’isola ecologica non è lontana da quella delle strade cittadine, ingombranti accumulati in quantità fuori legge, medicinali e toner parcheggiati in cassoni da mesi.

L’Ente conosce lo stato delle cose?

medicinali scaduti
toner

Dossier completo è stato inviato alle forze dell’ordine e alla polizia Metropolitana e chiesti immediati accertamenti. A ore potrebbe chiudere il sito perchè non ci sono le condizioni dettate dalla legge, chiudendo così definitivamente il cerchio su una vicenda lasciata in stato vegetativo da troppi anni.

 

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleCarabinieri arrestano presunto autore di 4 rapine tra Caivano, Cardito e Crispano
Next articleRevolver, munizioni e droga al Parco Verde rinvenute dai carabinieri
Pasquale Gallo
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here