Home Altri Comuni Venerdì 12 luglio, “Mandolini sotto le Stelle” e fuochi a Castel dell’Ovo

Venerdì 12 luglio, “Mandolini sotto le Stelle” e fuochi a Castel dell’Ovo

167
0
SHARE

LA NOTTE MAGICA DI NAPOLI PER LE UNIVERSIADI

Appuntamenti al Teatro Trianon e al Borgo marinaro

Un concerto speciale con 15 mandolini, i più classici degli strumenti napoletani, e lo spettacolo pirotecnico sul mare da Castel dell’Ovo: è la notte magica napoletana,  dedicata a tutti gli ospiti dell’Universiade Napoli, che si terrà venerdì 12 luglio dalle 21 fino alla mezzanotte. Realizzata dalla Regione Campania su proposta del Comune di Napoli, l’iniziativa è organizzata dalla Scabec in collaborazione con X Eventi & Comunication e con Lieto Fireworks.

Si inizia alle 21 al Teatro Triano Viviani, nel centro storico, in piazza Calenda, per il concerto Mandolini sotto le Stelle, evento coinvolgente con i tradizionali e romantici arpeggi di quindici  mandolini. Da anni lavoriamo alla valorizzazione del patrimonio classico musicale partenopeo che nel rispetto della tradizione riesce ancora a rinnovarsi e a offrirci emozioni indimenticabili.  Per gli ospiti internazionali che sono in città e per i nostri concittadini non abbiamo avuto dubbi e abbiamo scelto di offrire il migliore spettacolo musicale della tradizione con il concerto “Mandolini sotto le stelle” dichiara l’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli Nino Daniele.

Abbiamo voluto offrire agli ospiti delle Universiadi e ai turisti che affollano la città le note più caratteristiche della tradizione musicale napoletana e italiana – sottolinea la vicepresidente di Scabec Teresa Armato – nel cuore del centro antico di Napoli, in questo ritrovato teatro Trianon che nasce come luogo di aggregazione e di memoria culturale.

L’evento rappresenterà un suggestivo omaggio alla musica napoletana tradizionale e ai suoi maestri e vedrà sul palcoscenico l’ensemble “Napoli Mandolin Orchestra”. La formazione è composta da quindici mandolini con il maestro Mario Squillante come primo mandolino e sei elementi d’orchestra diretti da Antonello Cascone.  I mandolini accompagnano le straordinarie voci di Valentina AssortoMarianna Corrado e Lello Giulivo. La serata sarà un romantico viaggio nella tradizione con un repertorio trasversale che parte dai grandi classici napoletani, con arrangiamenti musicali inediti, realizzati per l’occasione, ai grandi classici della musica italiana.

Una proposta che trasporterà gli ospiti tra sensazioni stellari ed effetti musicali, risvegliando le emozioni più profonde. La conduzione della serata è affidata a Gabriele Blair.

Il concerto è a ingresso libero fino a esaurimento posti.

La serata magica proseguirà poi sul Lungomare: al Borgo Marinaro si potranno ammirare i fuochi d’artificio che illumineranno dal Castel dell’Ovo tutta la baia, con i colori delle Universiadi.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleCaivano com’era… quando i cittadini sono scesi in strada (2 puntata)
Next articleTerminata la prima fase della deblatizzazione
Francesco Celiento
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here