Home Cronaca Cane ferito, cittadini e vigili urbani lo fanno ricoverare in una struttura...

Cane ferito, cittadini e vigili urbani lo fanno ricoverare in una struttura specializzata

2005
0
SHARE

CAIVANO – Un cane è solo in strada, ferito perchè investito probabilmente nella notte da un’auto. Uno dei tanti casi che accadono qui. I cittadini chiamano i soccorsi ma solo stamane arrivano alle ore 8.15 circa i vigili urbani del comando di Caivano. L’animale, un meticcio di taglia media, ha ferite su due piedi, si trova in via Rosselli, la polizia urbana subito interpella una ditta specializzata che in poco tempo fa intervenire “un’ambulanza canina” che porta il cane in una struttura adatta dove verrà curato adeguatamente.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleMiss Grand International, seconda tappa a Mirea Sorrentino
Next articleScontro auto-moto a via Necropoli, centauro di Cardito finisce in ospedale
Francesco Celiento
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here