Home Cronaca Nuovo incendio a via Clanio… Report del 27 luglio

Nuovo incendio a via Clanio… Report del 27 luglio

857
0
SHARE

Riparte il gioco della roulette russa, intitolato “Terra dei fuochi”. Ormai, dopo il 25 luglio, data quasi ufficiale dell’attacco alle nostre terre, il disegno criminale continua a dare i suoi frutti.

Lo scopo di questi attacchi è quello di destabilizzare la popolazione, di suscitare panico e paura. Le azioni terroristiche a carattere nazionale dovrebbero farci riflettere sulla dinamica degli stessi giochi di potere che si realizzano sui campi di battaglia a livello locale.

Tutti coloro che subiscono inermi sono i cittadini spaventati, terrorizzati e affranti da un dolore, che è senza via d’uscita, e tutti coloro che dovrebbero agire non lo fanno per un solo e semplice motivo: paura e senso di colpa.

Il terrorismo destabilizza. Noi dobbiamo essere più forti di loro.

I vigili del fuoco sono coloro che subiscono questi attacchi, più di tutti, che ci difendono e che inalano mentre spengono le fiamme, le polveri sottili e tanti altri veleni, che un domani potrebbero segnare la loro vita.

Li vedo a prestare soccorso sui campi devastati dai roghi, stanchi ed esausti. Non sanno a chi appellarsi. Mentre la gente muore, qualcun altro s’arricchisce.

Chi è che si nasconde dietro i roghi tossici

Individuare gli artefici è come dire:”ho la soluzione!”. Sono gruppi eversivi, dei movimenti criminali, organizzatisi per mappe già individuate. C’è un disegno perverso, studiato e cadenzato allo scopo di destabilizzare l’ordine pubblico.

Caivano ancora nel mirino…

Oggi, 28 luglio, l’attacco è ancora a Caivano. Solo oggi tre incendi di media intensità.

Report Guardie Ambientali

Consumato un micro incendio tra cespugli, presso Viottolo delle Serpi (prolungamento via Scotta) poi via Rosselli ed ora un altro a via Clanio.

 

Ci sono ancora delle sterpaglie che bruciano, si tratta di incendi di bassa pericolosità. Sono solo degli assaggi. A breve continueranno.

Ieri, 27 luglio, è stata colpita Acerra, giornata nera per i residenti del centro e dell’area periferica (confinante a Caivano) i quali hanno per tutto il tempo condiviso immagini e video di una terra in fiamme. Una giornata estenuante.

Villaricca è stata vilipesa da attacchi frontali, insieme ad altri paesi come Pomigliano, Afragola, Orta di Atella.

 

La Campania continua a bruciare…

Incendio via Clanio

Via Clanio

Pubblicato da Il Giornale Di Caivano su Sabato 27 luglio 2019

 

E’ questa la logica dei criminali. Agire in sordina, distrarre la gente, servirsi dei media per informarsi e capire dove realizzare la prossima mossa.

Controllano tutto; tutti questi incendi sembrano essere appiccati a caso, di natura sporadica, e invece no. C’è dietro uno studio articolato, con delle logiche interne che possono comprendere solo gli artefici.

Sono ovviamente dei messaggi inviati agli industriali, e a tutti coloro i quali hanno qualcosa da guadagnarci dal business dei rifiuti. Perché, non dobbiamo mai smettere di ricordalo: la “monnezza” fa soldi.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleGrosso incendio, per fortuna solo innocue sterpaglie, a via Rosselli
Next articleConcorso in spaccio, preso dai carabinieri il secondo pusher
Enza Angela Massaro
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger, social live strategist. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con Capri Event per interviste e servizi. Blogger Fanpage. Nel tempo libero si concede un po' di shopping e qualche serata tra gli amici. Nel tempo riflessivo si dedica alla lettura di saggi di psicologia e alla visione di film impegnati. Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here