Home Cronaca Nuova crisi rifiuti, non raccolta tutta l’indifferenziata. Ora si decida!

Nuova crisi rifiuti, non raccolta tutta l’indifferenziata. Ora si decida!

553
0
SHARE

E’ ancora emergenza rifiuti a Caivano, l’ennesima. Ieri i dipendenti della Buttol del cantiere di Caivano hanno svolto l’assemblea dalle 8,00 alle 10,00 per discutere dei soliti problemi legati al taglio degli stipendi e dei ticket di inizio estate.

Questa mattina gran parte non è giunta sul posto di lavoro, mentre in ditta sono arrivati diversi certificati medici.

Il sabato mattina andavano raccolti i rifiuti indifferenziati, ma solo parte dei cumuli sono stati sollevati con personale aggiunto, ma gran parte dei rifiuti sono rimasti in strada.

La rottura sembra vicina

La ditta Buttol lavora oramai sul territorio di Caivano da tre anni nelle more di un contratto che non si è mai firmato.

Nelle more del contratto però andrebbe rispettato il capitolato e l’offerta tecnica definitiva, mentre mensilmente l’ufficio ambiente paga regolarmente la ditta, con sporadiche penali.

Ci sono segnalazioni, denunce, pec inviate al Comune che è a conoscenza delle mancanze degli ultimi anni, ma le decisioni tardano, inesorabilmente, ad arrivare.

Se l’ufficio ambiente farà valere le denunce a disposizione, fatture di altre ditte che sono intervenute in danno e quindi tutte le penali da applicare per legge, alla ditta verrà riconosciuto abbastanza poco e senza stipendi per i dipendenti la crisi potrebbe essere irreversibile.

Nell’ultimo mese il Comune di Caivano è intervenuto in danno alla Buttol per tutto il taglio del verde delle scuole e in alcune zone cittadine (penale da pagare 500 euro a strada), mentre il lavoro prosegue. Non c’è stata manutenzione delle caditoie (penale 200 euro per strada), con un report in possesso dei commissari dove si evince il grave pericolo in caso di forti piogge.

Ora da verificare cosa ordinerà di pagare il dirigente firmatario per l’ufficio ambiente, perchè se non verrà tagliata la cifra per gli interventi di altre ditte e le penali allora lo stesso rischierà un nuovo intervento della Corte dei Conti, che negli ultimi anni, sempre di più ha massima attenzione del territorio.

Le penali da capitolato

La ditta Buttol nell’articolo 35 del capitolato speciale d’appalto ha ben specificate le penali alle inadempienze connesse con gli obblighi previsti dal contratto di servizio, nonché quelle conseguenti a leggi e regolamenti emanati o emanandi, accertate e notificate dal Comune di Caivano.

Cosa importante è che in caso di recidiva le sanzioni devono essere raddoppiate.

Ecco l’elenco di possibili inadempienze e delle relative sanzioni:

  • Personale in servizio privo di divisa regolamentare e indumenti di sicurezza secondo il Decreto Legislativo n.81/2008: € 50,00
  • Personale in servizio privo della targhetta di riconoscimento : € 20,00
  • Mezzi privi del logo della società: 25,00
  • Mancata manutenzione, pulizia o riverniciatura dei mezzi a seguito di richiesta del Comune: € 100,00
  • Travaso di rifiuti da mezzi satellite ad auto compattatore in punti non autorizzati: €150,00
  • Mancata pulizia punto di travaso rifiuti, da mezzi satellite a compattatore: € 150,00
  • Mancata effettuazione di un servizio a cadenza giornaliera/bisettimanale : € 2500,00
  • Mancata effettuazione di un servizio a cadenza settimanale: € 5000,00
  • Mancata esecuzione di un servizio porta a porta nel giorno previsto: € 500,00
  • Mancata o inadeguata informazione all’utenza circa eventuali spostamenti del giorno di servizio: € 1000,00
  • Mancata rimozione di discariche abusive: € 1000,00
  • Miscelazione dei rifiuti già conferiti in maniera differenziata dalle utenze: € 15.000,00
  • Immissione di rifiuti nel circuito di raccolta del Comune provenienti da circuiti di altri Comuni: € 15.000,00
  • Mancata consegna di documentazione amministrativa-contabile (esempio: report chiesti, formulari, MUD): € 200,00 per ogni giorno di ritardo
  • Mancata effettuazione del servizio completo di raccolta frazione umida o secca: € 5.000,00 per ogni giorno di ritardo
  • Mancata effettuazione del servizio completo raccolta differenziata delle frazioni valorizzabili: € 1.000,00 per ogni giorno di ritardo
  • Mancata effettuazione del servizio completo di raccolta degli ingombranti o RAEE: € 1000 per giorno di ritardo
  • Mancata effettuazione del servizio di raccolta frazione umida o secca per singola utenza: € 250
  • Mancata effettuazione del servizio di espurgo fogne e caditoie: € 200,00 per ogni strada
  • Mancata effettuazione del servizio di diserbo, taglio pulizia del verde pubblico: € 500,00 per ogni strada.

Il Comune deve procedere al recupero delle penalità, mediante ritenuta diretta sul canone del mese nel quale è assunto il provvedimento.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous article41enne muore per overdose a via Necropoli
Next articleDe Magistris ha firmato l’ordinanza: arriveranno “solo” 11.500 tonnellate di rifiuti
Pasquale Gallo
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here