Home News Tra meno 10 giorni riparte il termovalorizzatore di Acerra. No ecoballe!

Tra meno 10 giorni riparte il termovalorizzatore di Acerra. No ecoballe!

559
0
SHARE

Arriva un nuovo comunicato dal vicepresidente del Consorzio Asi, Nino Navas, che sottolinea sul suo profilo Facebook, la lotta che gli industriali di Pascarola, insieme ad organi competenti, come Asl e Arpac, stanno facendo per arrestare l’arrivo delle ecoballe. Dopo diversi giorni di giochi di potere, di azzardi e di sotterfugi, ecco il post sul suo profilo Facebook:

Post di Nino Navas su Facebook

#nonmolliamo #adifesadelnostroterritorio
#diariodellemergenza del 25.09.2019 SEMPRE VIGILI
ANCORA NON IDONEO IL SITO a meno 10 giorni dalla ripresa dell’attività del TERMOVALORIZZATORE.

Questo pomeriggio in VISITA presso la Pontin per avere in copia la relazione del verbale di sopralluogo effettuato ieri pomeriggio dall’ASL e ARPAC per il controllo dello stato dei lavori per ottemperare le prescrizioni:

In primis definitivamente l’Area eventualmente utilizzabile sarà solo AREA 1, quindi ELIMINATE TRE AREE INIZIALI PREVISTE, poi come si legge dal verbale si è constatato:
1-I canali sono ancora ostruiti e le griglie ancora rotte in alcuni tratti
2-Il cordolo dell’aiuola risulta ancora discontinuo.
3-Tratti della pavimentazione risultano ancora fessurati e i new-jersey non sono sigillati quindi favoriscono eventuali passaggi di liquidi percolanti
4-Il parere dei vigili del fuoco di Napoli sub-judice è stato acquisito in copia solo per l’Area delimitata quindi non definitivo come prescrive ordinanza del sindaco metropolitano.
5-non è stata realizzata idonea separazione delle aree che delimitano l’attività dell’azienda Pontin e l’eventuale sito di stoccaggio
6 non è stata effettuata la colmatura delle buche site nel piazzale in riferimento.

Conclusione degli enti nella chiusura del verbale:

Le scriventi per poter emettere parere di competenza bisogna che vengono riscontrati in modo positivi i punti evidenziati.

PER QUANTO RIGUARDA LA NOSTRA ATTENZIONE SARA’ SEMPRE CONTINUA E NON ENTRERÀ NESSUNA #ECOBALLA SENZA L’OTTEMPERANZA DI TUTTE LE PRESCRIZIONI –NEL FRATTEMPO UN PRIMO RISULTATO LA RIDUZIONE DEI SITI DA QUATTRO A UNO .QUINDI EVENTUALE INGRESSO PUO’ ESSERE SOLO DI 3000 TONNELLATE E NON 11.500 SEMPRE RISPETTANDO LE NOSTRE REGOLE DI INGRESSO DI UN AUTOMEZZO ALLA VOLTA NELLE OPERAZIONI DA EFFETTUARE ENTRO AGGLOMERATO INDUSTRIALE.

ANDIAMO AVANTI! Vigili e attenti nel rispetto delle norme, dell’ambiente e della salute pubblica.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleMatrimonio per il vigile di ‘Un posto al sole’, invitato anche Antonio Aversano
Next articleSommossa popolare a Caivano, gente in strada con i rifiuti
Enza Angela Massaro
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger, social live strategist. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con Capri Event per interviste e servizi. Blogger Fanpage. Nel tempo libero si concede un po' di shopping e qualche serata tra gli amici. Nel tempo riflessivo si dedica alla lettura di saggi di psicologia e alla visione di film impegnati. Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here