Home Cronaca E’ sempre emergenza rifiuti, lascia pure il segretario comunale

E’ sempre emergenza rifiuti, lascia pure il segretario comunale

721
0
SHARE

Continua l’emergenza rifiuti a Caivano, dopo lo sciopero di lunedì e martedì (14 e 15 ottobre 2019) la città ha visto riempirsi nuovamente i marciapiedi di spazzatura.

La crisi pare che non fa più notizia, la gente oramai è assuefatta alla vista di montagne di rifiuti, mentre il tempo passa inesorabile senza che nessuno prenda una decisione. (Nella foto l’ingresso di un condominio venerdì 18 ottobre 2019)

Il danno si sta amplificando notevolmente perchè i dipendenti lavorano meno ore per protesta e con la spazzatura che si sta mescolando diventando non più differenziabile e di conseguenza indifferenziato che portato allo Stir aumenterà il peso medio facendo lievitare la tassa per il prossimo anno.

Caivano dopo questa crisi, se mai finirà, potrebbe finire ancor più giù nella classifica dei paesi che fanno la raccolta differenziata, certamente ora è al di sotto del 25%, ma i dati tardano ad arrivare da mesi.

La Buttol ha espressamente comunicato la volontà di non proseguire, la commissione attende e nel frattempo il segretario comunale ha rassegnato le dimissioni.

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleRichieste di condanna nel maxi processo clan Belforte, anche uno di Caivano
Next articleButtol. La Commissione di Garanzia non rileva irregolarità nello sciopero
Pasquale Gallo
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here