Home Eventi&Spettacoli Capodanno Sicuro alla “Papa Giovanni”, Carabinieri in aula per spiegare pericolo botti

Capodanno Sicuro alla “Papa Giovanni”, Carabinieri in aula per spiegare pericolo botti

771
0
SHARE

CAIVANO – “Siete milionari ragazzi. Mi dite il motivo?”. All’arguta domanda del carabiniere appartenente al nucleo antisabotaggio ed artificieri, nessuno dei ragazzi del 2^ Circolo Didattico, plesso Papa Giovanni, nessuno ha saputo rispondere. E’ stato poi il militare, dopo che gli alunni erano rimasti imbarazzati, a spiegare il perché.  

L’incontro scuola-carabinieri artificieri sui pericoli dei fuochi che si sparano per festeggiare l’arrivo del Capodanno si è tenuto grazie all’impegno dell’Associazione Nazionale Vigili del fuoco in congedo, rappresentanti all’evento da Angelo Bervicato e Giancarlo D’Ambrosio, nell’ambito del progetto “Capodanno Sicuro”, patrocinato pure dal Comune di Caivano, che però non ha spedito nessuno a rappresentarlo. Erano presenti il comandante della Tenenza di Caivano, Antonio La Motta, il quale nel suo brevissimo intervento ha sottolineato e fatto capire agli studenti che basta un attimo per cambiare vita, ovvero maneggiare male un fuoco d’artificio, e la dirigente scolastica Flora Celiento.

I militari hanno spiegato che i botti illegali non bisogna usarli mentre quelli legali vanno usati con attenzione seguendo le avvertenze riportate sulle etichette. Dopo l’incontro con gli studenti della “Papa Giovanni” il nucleo artificieri si è recato al plesso di via Rosselli per un incontro con gli studenti di quella scuola, ricadente sempre nel 2^ Circolo Didattico di Caivano.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleDidattica innovativa all’istituto Frobel di Crispano
Next articleIl Ministro Spadafora a fianco ai giovani della scuola “Dolce&Salato”
Francesco Celiento
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here