Home Altri Comuni Rifiuti, stir di Caivano in soccorso a Napoli, 1300 tonnellate al giorno...

Rifiuti, stir di Caivano in soccorso a Napoli, 1300 tonnellate al giorno in più

478
0
SHARE

Dopo la rimozione effettiva delle ecoballe presenti all’interno del cantiere Pontin ex Igica, con la chiusura dello stesso, confermata dalle parole del vice presidente del Consorzio CSA ASI, Nino Navas: “Via tutte le #ecoballe stoccate dal 26 settembre al 12 ottobre -Completata il 31 dicembre la rimozione iniziata il 21 ottobre- Nessuna penale addebitata agli enti preposti”, la questione appare ancora spinosa in tutta la Regione Campania, ma l’emergenza è soprattutto a Napoli.

 

“Gli Stir sono pieni, non c’è mai la possibilità di svuotarli. Non c’è spazio per ulteriore stoccaggio. Ora una prima boccata d’aria arriverà dai treni che partiranno questa settimana e dalla nave in arrivo il 15 gennaio”. Questo il quadro sull’emergenza di Gabriele Gargano, amministratore unico di Sapna, la società della Provincia di Napoli che gestisce gli Stir, gli impianti di tritovagliatura dei rifiuti.

Per ovviare a queste emergenze, lo stir di Caivano risponde…

Lo stir di Caivano, in risposta all’emergenza,  si prepara ad accogliere nuovi rifiuti da parte della città di Napoli. La gestione dell’impianto è nelle mani della società A2a, la stessa del termovalorizzatore di Acerra, che ha dato la possibilità al Comune di Napoli di smaltire 1300 tonnellate in più al giorno, rispetto alla produzione giornaliera, che di solito si attesta in media sulle 1050. Queste tonnellate saranno smaltite nell’impianto Stir di Caivano, con ulteriori danni alla nostra salute, con la diffusione di microparticelle e polveri sottili.

Nel frattempo, a Napoli tra centro e periferia e in ogni quartiere, c’è il delirio per strada. Rifiuti accantonati da prima delle vacanze natalizie, segnalati ovunque da cittadini inermi. Ponticelli, Scampia, anche il Vomero e il centro storico. Insomma ce n’è per tutti.

Forse, l’unico barlume di speranza è rappresentato per Caivano dalla nuova gara d’appalto, la Green line srl, società sotto il controllo pubblico. La firma del contratto è attesa per la settimana prossima.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleCaivano cambia ditta per la raccolta dei rifiuti
Next articleLiberato il piazzale dalle ecoballe arrivate alla Di Gennaro
Enza Angela Massaro
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger, social live strategist. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con Capri Event per interviste e servizi. Blogger Fanpage. Nel tempo libero si concede un po' di shopping e qualche serata tra gli amici. Nel tempo riflessivo si dedica alla lettura di saggi di psicologia e alla visione di film impegnati. Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here