Home Cronaca Tentano rapina all’impianto Esso di Cardito, ma innescano incendio

Tentano rapina all’impianto Esso di Cardito, ma innescano incendio

8539
0
SHARE

Follia da parte di due rapinatori, questa sera, per tentata rapina all’impianto di distribuzione Esso di Cardito. I malviventi hanno intimato l’uomo presente all’interno del gabbiotto (adiacente al bar e all’edicola) di aprire lo sportello, con l’intento di prelevare tutto l’incasso.

Il cassiere si è rifiutato, in quanto protetto da un sistema blindato, ma nel frattempo gli uomini hanno versato del liquido infiammabile all’interno della fessura per il pagamento.

Dopo pochi minuti è divampato un incendio che ha totalmente devastato il gabbiotto e l’uomo si è messo in salvo, riportando una leggera ustione su di un braccio.

Per fortuna, gli impianti di distribuzione carburante non sono stati coinvolti dalle fiamme. I due malviventi sono riusciti a scappare. Sul posto, presenti i vigili del fuoco che sono riusciti a spegnere l’incendio in poco tempo, ora si spera di risalire ai responsabili anche grazie al sistema di videosorveglianza.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleDal 22 giugno non più obbligatorie le mascherine e tante altre novità
Next articlePiazza di spaccio in una villa di Pascarola, i carabinieri filmano tutto
Enza Angela Massaro
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger e social media manager. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Vice segretario nel direttivo del SUGC (Sindacato Unitario Giornalisti Campania). Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con varie emittenti televisive per interviste e servizi. Ha collaborato come blogger per Fanpage, dal 2012 al 2019, e ha fondato il blog "Respirando Rosa". Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here