Home Cronaca Impianto Esso di Cardito, come distruggere una attività per 400€

Impianto Esso di Cardito, come distruggere una attività per 400€

5288
0
SHARE

Sono trascorse due settimane dal tentativo di rapina all’impianto Esso di Cardito finito poi con un maxi incendio che ha distrutto i locali con bar, edicola, vendita materiale informatico e punto per ricariche e pagamenti vari.

L’impianto Esso della strada Statale Sannitica della famiglia Iovino è una attività storica del posto, che ha dovuto chiudere (momentaneamente) per un tentativo di rapina.

Due uomini la sera del 12 giugno dopo aver intimato al cassiere, presente nella cabina antisfondamento, di consegnare l’incasso hanno spruzzato nella fessura per il pagamento del liquido infiammabile e dato fuoco facendo uscire così all’esterno l’uomo, ma le ingenti fiamme non hanno permesso ai rapinatori nemmeno di recuperare il bottino, mentre l’intera attività andava in fiamme.

La scelleratezza e l’infamia di gente che per pochi soldi, si parla che potevano essere disponibili tra i 300 e i 400 €, hanno distrutto un’attività e messo fuori gioco almeno cinque famiglie che vivevano con questo lavoro.

Gli inquirenti dopo aver recuperato la memoria dove possono essere registrati gli ultimi momenti della tragedia, nonostante le fiamme pare abbiano rovinato tutto l’impianto di registrazione, non hanno ancora dato un volto a questi balordi.

Nel frattempo la famiglia Iovino sta cercando di spostare l’impianto elettrico e di riattivare almeno l’impianto di carburante, che fortunatamente non è stato coinvolto nell’incendio, per ripartite almeno con qualcosa in attesa di poter mettere mano a tutto il resto.

Non si finisce mai di fare sacrifici, con la consapevolezza di essere su un territorio che per pochi spicci si può perdere tutto da un momento all’altro.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleSan Giovanni e il significato dell’acqua dedicata in suo onore
Next articleAll’Md di Caivano a sorpresa il cavalier Patrizio Podini
Pasquale Gallo
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here