Home Politica Antonio Angelino sfida il proprio passato

Antonio Angelino sfida il proprio passato

2375
0
SHARE

C’è stata la fumata bianca anche per quanto riguarda le liste civiche, Antonio Angelino sarà il candidato sindaco supportato da Caivano Conta, Noi Campani, Democrazia e Legalità, Partito Repubblicano, Caivano Oltre, UdcNuova Idea.

Una decisione che era nell’aria, ma che comunque ‘macchia’ la carriera politica del giovane Angelino che dopo la prima esperienza come consigliere comunale di opposizione tenta la scalata alla poltrona di primo cittadino.

Angelino aveva creato la lista civica Caivano Conta come qualcosa di nuovo sul territorio, una lista fatta di giovani, o quasi, per dare una ventata di freschezza e un’impronta diversa al territorio per accettare poi in coalizione diversi personaggi della vecchia politica caivanese per non parlare della lista Nuova Idea legata all’ex sindaco Simone Monopoli, unico incandidabile, da lui denominato più volte in Consiglio comunale ‘il sindaco del fallimento’.

Angelino, con tanto di tessera del Pd, sfiderà proprio il suo, possiamo dirlo, ex partito che insieme alla propria coalizione ha scelto come candidato Enzo Falco che questa sera alle 19 in piazza Cesare Battisti farà la sua prima conferenza stampa.

Angelino aveva avuto anche incontri col movimento 5 Stelle, nel tentare di creare una coalizione giovane e nuova, ma forse non c’erano i numeri giusti per la scalata e si è pensato di tentare di vincere invece che dare un segnale di rinnovamento al paese.

Proprio Francesco Giuliano del M5S ha espresso la sua amarezza su Facebook per questa scelta:

+++ DISPOSTI A TUTTO +++
Potrebbe sembrare il titolo di un film, e in effetti lo è!!!
La storia si ripete.
Pur di fare il candidato sindaco l’amico Antonio
è stato capace di mettere insieme la coalizione peggiore che poteva crearsi.
Un mostro!!!
È stato capace di scongelare i Carofilo e i Russo, passando per alcune liste civiche e arrivando addirittura alla lista capeggiata dall’ex sindaco Monopoli.
Un pot pourri di gente legata alla poltrona e alle vecchie logiche di gestione e di mala politica, insomma “na schifezza”.
L’amicizia rimarrà sempre ma la delusione per questa accozzaglia non posso negarla.
Pensavo che quel gruppo di giovani fosse davvero qualcosa di bello per questo paese, ma mi sbagliavo, nettamente, non sono altro che il proseguimento del passato politico con facce nuove.
Vi faccio comunque il mio in bocca al lupo.

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleN’Copp Santiago, la storia e il significato della zona
Next articleAuto rubata e bruciata all’alba nei pressi di via Scotta
Pasquale Gallo
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here