Home Cronaca Terra dei fuochi, stanziati 4 milioni per rimozione cumuli rifiuti

Terra dei fuochi, stanziati 4 milioni per rimozione cumuli rifiuti

859
0
SHARE

Si è svolta in prefettura una riunione tecnico-operativa tra le Prefetture di Napoli e Caserta, a cui hanno partecipato i vertici di vigili del fuoco, forze operative Sud, guardia di finanza e l’ incaricato del ministro dell’Interno per il contrasto dei roghi di rifiuti in Campania, come riporta Repubblica.it.

Nel corso della riunione, sono stati valutati i risultati del nuovo modello di controllo del territorio, in conformità alle indicazioni del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, messo a punto nel corso della precedente riunione svoltasi il 15 maggio scorso.

In particolare, si è proceduto al controllo di 31 aziende, al sequestro di 6 opifici, alla denuncia di 47 persone, alla rimozione di 38,81 tonnellate di pneumatici. Dal primo al 30 giugno si è potuto registrare un miglioramento nel fenomeno dei roghi, in calo rispetto all’analogo periodo del 2019 (nel napoletano, 141 nel mese di giugno rispetto ai 155 del 2019; nel casertano, 25 rispetto ai 37 dello scorso anno. Inoltre, nel quadro di una tendenza al miglioramento che ha riguardato tutto il semestre, si segnala, in particolare, per il mese di giugno 2020 nell’area metropolitana di Napoli un incremento delle persone controllate pari al 700% rispetto a giugno 2019; mentre nello stesso periodo, nella provincia di Caserta, si è registrato un incremento dei pattugliamenti del 25% e di oltre il 150% per quanto concerne le attività controllate e un aumento delle persone identificate e controllate pari all’82%).

Nel corso dell’incontro, si è determinato di procedere anche a verifiche sulla merce trasportata dagli automezzi in transito in prossimità dei luoghi ove si è registrato un maggior numero di incendi di rifiuti, anche in entrata e uscita da insediamenti abitativi precari. Il Prefetto di Napoli ha riferito circa la disponibilità del Ministro dell’Ambiente a finanziare specifici progetti comunali – con un primo stanziamento di 4 milioni di euro – per la rimozione di cumuli di rifiuti nei luoghi in cui abitualmente si formano, in attuazione della seconda linea d’azione della già citata strategia di contrasto.

Al riguardo sono stati individuati e invitati a predisporre specifici progetti i comuni di Giugliano in Campania e di Caivano, in ragione della particolare gravità con la quale il fenomeno dell’abbandono di rifiuti insiste sui rispettivi territori. Le relative gestioni commissariali hanno già manifestato l’intenzione di procedere, inoltrando appositi programmi. Negli stessi comuni verranno installate telecamere, già nella disponibilità del Ministero dell’Ambiente (50 a Giugliano in Campania e 60 a Caivano) per contrastare lo sversamento abusivo di rifiuti. Successivamente, le stesse iniziative verranno estese ad altri comuni interessati dell’area napoletana e casertana.

Nel corso dell’incontro il prefetto di Napoli, Marco Valentini, ha altresì preannunciato l’intenzione, concordata con il ministro dell’Ambiente, di porre allo studio un nuovo piano d’azione per il contrasto dei roghi di rifiuti, nella forma di un protocollo d’intesa, da valutare alla scadenza di quello attualmente vigente, di durata biennale, che verrà a scadenza il 19 novembre 2020. Contestualmente, anche sulla base di quanto emerso nel corso degli incontri tenuti presso il ministero dell’Ambiente con i comitati rappresentativi del territorio, e che costituisce una specifica linea di intervento, sarà approfondita l’ipotesi di un intervento normativo in materia ambientale, nella forma del disegno di legge d’iniziativa del Governo, che riprenda alcune delle proposte emerse nei tavoli tecnici in corso tra associazioni e ministero.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleFondi per scuole, Forza Italia chiede ai commissari di partecipare
Next articleBlitz al Parco Verde. Smantellati cancelli e opere abusive
Pasquale Gallo
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here