Home Eventi&Spettacoli I coniugi Pellino festeggiano i 50 anni di matrimonio

I coniugi Pellino festeggiano i 50 anni di matrimonio

1428
0
SHARE

Domani sarà un giorno speciale per i coniugi Pasquale Pellino e Consiglia Del Prete, che finalmente potranno festeggiare il loro 50°anniversario di matrimonio.

Avrebbero dovuto festeggiarlo lo scorso 2 aprile a Crispano, ma a causa dell’emergenza Covid-19, hanno dovuto rimandare e festeggeranno domani 2 agosto, con i loro cari, al Grand Hotel “La Sonrisa”.

Fu proprio il 2 aprile del 1970 che i due convolarono a nozze, e oggi sono ancora insieme per celebrare il loro amore.

I coniugi Pellino al loro matrimonio (1970)

 

I coniugi Pellino oggi

Pasquale Pellino è un ex dipendente del Comune di Caivano per ben 38 anni. Da qualche anno è in pensione, ma ancora in tanti lo ricordano. Conosce bene il territorio, avendo lavorato in vari settori, come igiene urbana, ambiente, ragioneria e finanza, biblioteca e istruzione, infine protezione civile.

A noi non resta che augurare tanta felicità ai due rinnovati sposi. Auguri di vero cuore!

 

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleStoria e tradizioni a Caivano, l’antico rione “O vico e sgarro”
Next articleIl candidato Enzo Falco incontra il Consorzio Asi Csa di Caivano
Enza Angela Massaro
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger e social media manager. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Vice segretario nel direttivo del SUGC (Sindacato Unitario Giornalisti Campania). Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con varie emittenti televisive per interviste e servizi. Ha collaborato come blogger per Fanpage, dal 2012 al 2019, e ha fondato il blog "Respirando Rosa". Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here