Home News Umberto Semonella: Caivano ha bisogno di valorizzare le sue risorse più importanti,...

Umberto Semonella: Caivano ha bisogno di valorizzare le sue risorse più importanti, i giovani e gli anziani

215
0
SHARE

Umberto Semonella è un candidato della lista “L’Arca” che sostiene il candidato sindaco di centro-destra Salvatore Ponticelli, per le prossime elezioni amministrative.

Si tratta della sua prima esperienza in politica. Come sta vivendo questa campagna elettorale?
Con grande entusiasmo. Ho deciso di candidarmi per dare tutto il mio supporto all’avvocato Salvatore Ponticelli, mio caro amico e persona che stimo da anni. Il suo impegno è autentico e mi ha spronato a fare di meglio per la mia città. Ogni giorno vivo emozioni nuove e credo saranno determinanti per un impegno futuro.

Umberto Semonella

Di cosa le piacerebbe occuparsi, se venisse eletto?
Darei volentieri il mio contributo al sociale, in particolare mi piacerebbe occuparmi di progetti che coinvolgono anziani e giovani. Vorrei poter partire dalle frazioni di Caivano. Abito a Pascarola e vivo le difficoltà di un dislocamento dal centro. Le stesse vissute anche dai nostri ragazzi che qui hanno poche possibilità per socializzare o dedicarsi ad un hobby o uno sport. Avevamo la villa dell’infanzia ed anche quella è stata distrutta. Ripristinare la funzionalità sarebbe già un buon punto di partenza.

Progetti in mente?
Si proprio pensando al sociale, ho in mente la possibilità di realizzare dei progetti formativi destinati ai bambini, agli adolescenti e infine vorrei che gli anziani del nostro territorio, potessero essere visti come insegnanti di vita, con incontri per conoscere anche le tradizioni locali, apprendere i valori di un tempo. Non dobbiamo dimenticare l’importanza della socializzazione. Per quanto riguarda i giovani, ormai in tanti discutono del fatto che non ci siano luoghi di aggregazione per loro, ed è vero, speriamo di poter creare le condizioni per uno sviluppo del commercio locale e dunque offrire a questi ragazzi anche la possibilità di poter frequentare il proprio paese, anziché andare altrove.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleCinzia Buonfiglio: mi ricandido perché non lascio le cose a metà. Amo troppo il mio paese
Next articleGennaro Parrella (Gepar): Facciamo in modo che i giovani restino a Caivano!
Enza Angela Massaro
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger e social media manager. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Vice segretario nel direttivo del SUGC (Sindacato Unitario Giornalisti Campania). Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con varie emittenti televisive per interviste e servizi. Ha collaborato come blogger per Fanpage, dal 2012 al 2019, e ha fondato il blog "Respirando Rosa". Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here