Home Altri Comuni De Luca chiude Orta di Atella e Marcianise, sono zona rossa

De Luca chiude Orta di Atella e Marcianise, sono zona rossa

8152
0
SHARE

Il presidente Vincenzo De Luca oltre Arzano chiude pure Orta di Atella e Marcianise che diventano zona rossa.

Con decorrenza immediata e fino al 4 novembre 2020, salvo ulteriori provvedimenti in
conseguenza dell’evoluzione della situazione epidemiologica, con riferimento al territorio
Giunta Regionale della Campania con esclusione della zona industriale, sono disposte le seguenti misure:
a) divieto di allontanamento dal territorio comunale da parte di tutte le persone ivi
residenti;
b) divieto di accesso nel territorio comunale;
c) sospensione delle attività degli uffici pubblici, fatta salva l’erogazione dei servizi
essenziali e di pubblica utilità;
d) sospensione delle attività commerciali, ivi comprese le attività di ristorazione (bar,
ristoranti, pasticcerie, pub, e simili), salvo che in modalità di consegna a domicilio,
fatta eccezione per soli i servizi alla persona ed attività connesse
all’approvvigionamento di beni e servizi di prima necessità come a suo tempo
individuate dagli allegati 1 e 2 del DPCM 10 aprile 2020.

Sono pertanto sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessita’ individuate nel citato allegato 1 del DPCM 10 aprile 2020.

Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie. Sono
esclusi dai divieti i servizi bancari, assicurativi, finanziari, nonché le attività finalizzate ad
assicurare la continuità della filiera produttiva. Sono chiusi, indipendentemente dalla
tipologia di attivita’ svolta, i mercati. È fatto divieto di allontanamento dalle proprie
abitazioni se non per esigenze di approvvigionamento di beni e servizi di prima necessità,
come sopra individuati, nonché per lo svolgimento delle attività – anche lavorative – relative alle categorie merceologiche e ai servizi non sospesi, per il cui espletamento è consentito l’allontanamento dal territorio comunale, nei limiti strettamente necessari.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleStoria di Caivano. L’origine dei “contranomi” di strade e rioni
Next articleRosario Bottone, frontman di “The Sidera – Rock Band” a Sanremo Giovani
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here