Home News Ecco le regole per un pranzo di Natale in piena sicurezza

Ecco le regole per un pranzo di Natale in piena sicurezza

1466
0
SHARE
Family celebrating Christmas for many years together

Quest’anno il Natale sarà sicuramente diverso rispetto agli altri anni, con delle regole tutte sue, in virtù delle nuove disposizioni antiCovid-19. In tanti si chiedono come ci si dovrà comportare con parenti ed amici in questa fase di soft lockdown.

Per quanto riguarda il pranzo di Natale, così come tutti gli altri, quali dovranno essere le regole da seguire per trascorrere le feste in piena sicurezza. 

Tra le diverse indicazioni, ci sono quelle del dottor Carlo Signorelli, professore dell’ospedale San Raffaele di Milano, che cerca di informarci su come poter condividere la convivialità senza rischi.

A tavola, come sappiamo, occorre un certo distanziamento tra i posti a tavola, che devono essere separati. Si consiglia di mantenere tra un posto e l’altro, almeno un metro e mezzo, per evitare la trasmissione del virus. La cosa necessaria è creare la giusta distanza, in ogni attività che si dovrà svolgere.

Un altro aspetto importante da non sottovalutare è la possibilità di limitare i contatti stretti e quindi con lo scambio degli auguri è meglio darseli a voce ed evitare abbracci e baci affettuosi. 

Tra le regole necessarie è fondamentale non scambiarsi i bicchieri, i piatti, le posate e i tovaglioli. 
Meglio evitare le portate centrotavola e servire le pietanze direttamente impiattate così da evitare di usare tutti le stesse posate o le posate di qualcun altro.

Per quanto riguarda gli avanzi è sempre meglio riscaldarli, per uccidere virus e batteri servono 60 gradi, anche per pochissimi minuti. Anche far areare la stanza con il cambio d’aria è importante soprattutto nella stanza dove si è svolto il pranzo di Natale e anche dopo.

Infine, per evitare contatti fisici indiretti è meglio evitare le foto di gruppo, un po’ per la vicinanza e un po’ perché togliendo la mascherina per la foto, ci si espone rapidamente al virus.

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous article“Arriverà anche domani” il nuovo libro di Anna Faiola
Next articleIl Vescovo Spinillo al Parco Verde per ridare speranza ai caivanesi
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger e social media manager. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Vice segretario nel direttivo del SUGC (Sindacato Unitario Giornalisti Campania). Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con varie emittenti televisive per interviste e servizi. Ha collaborato come blogger per Fanpage, dal 2012 al 2019, e ha fondato il blog "Respirando Rosa". Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here