Home Cronaca Arrestati due uomini, dopo aver rubato 119 condizionatori

Arrestati due uomini, dopo aver rubato 119 condizionatori

1440
0
SHARE

Un’indagine accurata da parte degli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Stradale per la Campania ed la Basilicata e della Sottosezione Autostradale di Napoli-Nord, che hanno denunciato un 29enne ed un 54enne di Caivano ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di ricettazione ed associazione per delinquere.

Le indagini sono scattate a seguito di una rapina ai danni di un autotrasportatore, avvenuta il 16 marzo scorso nel quartiere Ponticelli, hanno consentito di identificare i due ricettatori che, materialmente, custodivano il carico di merce rapinato a Pascarola.

Ben 119 condizionatori di una nota marca, per un valore commerciale di oltre 50.000 euro, sono stati rinvenuti sotto la tettoia di un capannone, coperti da alcuni teloni.

Sono attualmente in corso indagini volte ad identificare i rapinatori ed eventuali altri componenti della banda di ricettatori.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleTalità Kum ringrazia la Lem per la costante vicinanza alle opere di beneficenza
Next articleControlli a tappeto tra Caivano e Cardito. Sanzionate 10 persone
Enza Angela Massaro
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger e social media manager. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Vice segretario nel direttivo del SUGC (Sindacato Unitario Giornalisti Campania). Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con varie emittenti televisive per interviste e servizi. Ha collaborato come blogger per Fanpage, dal 2012 al 2019, e ha fondato il blog "Respirando Rosa". Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here