Home News Garante dei diritti delle persone disabili. La richiesta della minoranza

Garante dei diritti delle persone disabili. La richiesta della minoranza

453
0
SHARE

Una proposta di mozione della minoranza, relazionata in Consiglio Comunale dal consigliere Salvatore Ponticelli e votata all’unanimità è stata quella relativa all’introduzione della figura del “Garante dei diritti delle persone disabili” sottoscritta dal coordinamento “Azzurro Donna”, la vice coordinatrice provinciale Cinzia Buonfiglio  e la referente comunale di Caivano Maria Falco.

L’idea è partita da Azzurro Donna, con un comunicato stampa dal Garante Regionale dei diritti delle persone con disabilità, avv. Paolo Colombo, che ha istituito per il giorno 28.03 la giornata della disabilità intellettiva.

L’ impegno di “Azzurro Donna” per il territorio nazionale è profuso dall’Onorevole Katia Polidori, coordinatrice nazionale, Carla Ciccarelli, coordinatrice regionale, Cinzia Buonfiglio, vice coordinatrice provinciale e Maria Falco, referente provinciale Caivano.

La Normativa

Premettendo che con la normativa nazionale, la legge 104 del 5 febbraio 1992, s’ intende garantire il pieno rispetto della dignità e i diritti di libertà ed autonomia della persona affetta da disabilità, è altresì giusto riconoscere una figura che abbia il ruolo di tutelare tali disabilità, ed avere il ruolo ulteriore di mediatore tra le istituzioni e i caregiver, ovvero le famiglie delle persone disabili.

 

La risoluzione degli ostacoli

Il Garante avrebbe il compito di tutelare i diritti delle persone portatrici di disabilità, anche nella risoluzione degli ostacoli che spesso avvengono in maniera involontaria o volontaria nell’applicazione delle normative, che a priori dovrebbero garantire servizi dedicati. 

Servizi offerti ai cittadini di Caivano

La mozione, rivolta al Sindaco e alla Giunta, ha lo scopo di istituire il Garante della persona disabile, assicurando la fruizione dei servizi comunali alle persone disabili, che siano domiciliate o residenti nel Comune di Caivano. Tutto ciò in conformità a quanto stabilito dalla legislazione statale e regionale, promuovendo le politiche di integrazione e di fattiva partecipazione alla vita pubblica e sociale della comunità garantendo la pari dignità con gli altri membri.

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleNapoli, Sergio Conte è il nuovo segretario provinciale della Consap
Next articleCaos per i caivanesi al centro vaccinale di Cardito, fino a 4 ore di attesa
Enza Angela Massaro
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger e social media manager. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Vice segretario nel direttivo del SUGC (Sindacato Unitario Giornalisti Campania). Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con varie emittenti televisive per interviste e servizi. Ha collaborato come blogger per Fanpage, dal 2012 al 2019, e ha fondato il blog "Respirando Rosa". Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here