Home Altri Comuni Covid, al via le vaccinazioni negli insediamenti industriali

Covid, al via le vaccinazioni negli insediamenti industriali

603
0
SHARE

Semaforo verde per le vaccinazioni anticovid-19 all’interno degli insediamenti industriali ubicati sul territorio di competenza dell’Asl Napoli 2 Nord. Si parte con il motto “Kiton Covid-Free!”, dove sono già decollate le inoculazioni, presso il quartier generale di Kiton ad Arzano.

   All’importante iniziativa farà seguito già dai prossimi giorni quella di altri insediamenti industriali presenti sui 32 Comuni di competenza dell’azienda sanitaria, coinvolgendo sia le grandi aziende, che le piccole realtà inserite nell’ambito dell’Area di Sviluppo Industriale del napoletano.

   Sulla base del Protocollo nazionale, siglato lo scorso 6 Aprile per la realizzazione dei piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione anti SARS-CoV-2/Covid-19 nei luoghi di lavoro, la maison napoletana fondata da Ciro Paone nel 1968 ha messo a disposizione i propri spazi aziendali per offrire ai dipendenti la possibilità di sottoporsi alla vaccinazione, somministrata dal medico aziendale e dal suo staff supervisionato dell’Asl Napoli 2 Nord.

 

L’INIZIATIVA 

L’iniziativa della famiglia Paone ha incontrato uno straordinario consenso presso i dipendenti di Kiton: circa 200 persone tra sarti, impiegati, dirigenti ed azionisti, si sono volontariamente sottoposte alla somministrazione del vaccino monodose J&J/Janssen.

LE DICHIARAZIONI

 Mettere in sicurezza le persone che quotidianamente vivono la Kiton è stato sin da subito la nostra priorità – sottolinea Antonio De Matteis, Amministratore Delegato del Gruppo Kiton – garantire il benessere fisico ed emotivo dei nostri collaboratori è il presupposto essenziale per ripartire insieme e più forti che mai. Ci teniamo a ringraziare profondamente l’Asl Napoli 2 Nord, il cui instancabile e proficuo supporto ci ha consentito di realizzare un’opportunità straordinaria.”

 

“Portare la campagna nei contesti lavorativi è particolarmente importante – spiega Antonio d’Amore, Direttore Generale dell’ASL Napoli 2 Nord – perché si tratta di un’azione che va nel segno della scelta responsabile che ciascuno con la propria vaccinazione assume nei confronti della propria comunità di vita. Ringrazio il management di Kiton per la sensibilità mostrata nell’aver trasformato per un giorno il proprio stabilimento in sede vaccinale per i propri dipendenti. Dobbiamo contribuire tutti a garantire la messa in sicurezza del nostro territorio”.

Sono 460mila le dosi di vaccino somministrate dall’azienda sanitaria dall’inizio della campagna vaccinale presso i propri ospedali, nelle RSA, a domicilio e negli hub vaccinali.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleViabilità al collasso nella nuova zona di via Delle Rose. I residenti chiedono…
Next articleFilm Fortuna. Il giudice esprime il verdetto: condannato Pietro Loffredo
Lauree magistrali in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, ed in Scienze Motorie, con Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. Giornalista pubblicista, è corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino” dal 1990. Docente, vicepreside, ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana, addetto stampa per il Centro Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana, ha diretto, tra gli altri, i periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”, collaborando, inoltre, con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Caporedattore della testata online Campania Press.it, collabora con emittenti televisive da oltre un ventennio, curando interviste e servizi. Da svariati anni collabora anche con l’emittente televisiva “Capri Event”. Nell’ottobre 2019 gli è stato assegnato il Premio Nazionale “Mario Fiore”, giunto alla V edizione, per la sezione dedicata al giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here