Home Cronaca IL CASO. Rivede il viso del padre dopo 30 anni,...

IL CASO. Rivede il viso del padre dopo 30 anni, grazie ad un trapianto di cornea

777
0
SHARE

Dopo oltre trent’anni ha potuto rivedere, finalmente, il viso del padre. E così Nora Vanesa, una donna peruviana di 38 anni, ha riacquistato la vista grazie al trapianto di cornea effettuato presso il nosocomio Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, in provincia di Napoli, al centro di un intervento umanitario che ha unito il Perù all’Italia.

Nora Vanesa Acosta Guerra, nata a Lima, fin da bambina, a causa di una grave infezione agli occhi, aveva perso completamente la vista. Spesso, infatti, nei paesi poveri una banale infezione oculare non trattata adeguatamente può degenerare, rovinando la cornea e portando alla cecità.

LA STORIA

Nora, vive in Perù, ma il sistema sanitario del suo Paese, soprattutto in questo momento di pandemia causata dal covid-19, non le garantiva le cure necessarie. Ma grazie ad una catena di solidarietà di una rete di medici, è arrivata in Italia e si è sottoposta al delicato intervento chirurgico nel reparto di oculistica diretto da Mario Sbordone.

LE DICHIARAZIONI

“Per noi che lavoriamo per il Sistema Sanitario Pubblico ciò che conta è il benessere del paziente – sottolinea –  Antonio d’Amore, direttore generale dell’Asl Napoli 2 Nord – a prescindere dalla nazionalità, dalla condizione di provenienza e dalla tipologia di malattia. Episodi come questi ci ricordano la missione che è alla base della scelta della professione medica e ci evidenziano quanto sia prezioso per tutti noi il Sistema Sanitario Nazionale. La sanità pubblica è un bene che ciascuno di noi deve tutelare con la massima attenzione.”

L’ESITO POSITIVO DELL’INTERVENTO

Vanesa è stata dimessa dopo appena 24 ore dall’intervento e così, dopo ben trent’anni, tra lacrime e commozione ha potuto rivedere, finalmente, il viso del papà”.

L’ECCELLENZA DEL REPARTO DI OCULISTICA DEL SANTA MARIA DELLE GRAZIE DI POZZUOLI

Da annotare che l’unità oculistica dell’ospedale puteolano nel solo 2019, anno prepandemia, ha effettuato circa 1500 interventi chirurgici e 900 iniezioni intravitreali.

 

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleDove sono le buste per la raccolta differenziata? Frode in fornitura?
Next article“Quando ritornerò nel mio rione in mano avrò chitarra e pennelli: mai più pistole”.
Lauree magistrali in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, ed in Scienze Motorie, con Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. Giornalista pubblicista, è corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino” dal 1990. Docente, vicepreside, ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana, addetto stampa per il Centro Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana, ha diretto, tra gli altri, i periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”, collaborando, inoltre, con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Caporedattore della testata online Campania Press.it, collabora con emittenti televisive da oltre un ventennio, curando interviste e servizi. Da svariati anni collabora anche con l’emittente televisiva “Capri Event”. Nell’ottobre 2019 gli è stato assegnato il Premio Nazionale “Mario Fiore”, giunto alla V edizione, per la sezione dedicata al giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here