Home Primo piano E’ festa Caivanese, Gelato e Malasomma stendono la capolista Cellole

E’ festa Caivanese, Gelato e Malasomma stendono la capolista Cellole

740
0
SHARE
 
Boys Caivanese: Buonocore 6,5,Troisi 6,5 (40′ st Aversano A. sv), Criscito 6,5, Soviero 6,5, Cerchia 7, De Chiara 7, Malasomma 7,5, Aversano L. 6,5 (36′ st Centanni sv ), Barra 6,5 (26′ st Cocozza 6,5), Fucito 6,5 (30′ st Di Micco 6), Gelato 9 (48′ st Falco sv).
A disp. Russo. Rullo. Buiano. Puca. All. Giuseppe Dello Margio 7,5
Cellole Calcio: Colino 6,5, Di Meo 5,5, Petrillo 5, Lepore 5,5 (41′ pt Russo 5 dal 40′ st Karchak sv), Fabozzi 6, Marra 5,5, Cicala 5,5, Civita 5,5 (15′ st Ruberto 5,5), Quintigliano 5,5, Marchitelli 6, Russo 5,5 (15′ st Caiazzo 6).
A disp. Petorella. Lisenni. Fusco. Aversano. Terlizzi. All. Michele Cimino 6
Arbitro: Rosanna D’Ambrosi (Nocera Inferiore) 6,5 – Ass. Marco Infante e Raffaele Meola (Battipaglia).
Reti:9′ Marchitelli, 29′, 82′ Gelato, 91′ Caiazzo, 93′ Malasomma.
Ammoniti: Di Meo, Fucito, Cicala, Petrillo.
Espulso Petrillo al 20 st.
 
Gara delicata tra B. Caivanese e Cellole, che si affrontano per obiettivi diversi. Gli ospiti casertani alla ricerca dei tre punti per riagguantare la testa della classifica e continuare a inseguire un sogno chiamato Eccellenza. Di fronte una Caivanese assetata di punti, pronta a dare battaglia pur di muovere una classifica deficitaria e di far bella figura davanti ai propri sostenitori.
Prima parte di gara equilibrata nel risultato ma non per il gioco, sempre in mano ai padroni di casa, che però vanno sotto al primo tiro verso la porta, ma invece di abbattersi hanno avuto la giusta reazione per continuare ad attaccare e ad agguantare il meritato pareggio. La musica non cambia nella ripresa, padroni di casa ad attaccare, casertani racchiusi e pronti a cercare di sfruttare il contropiede. Ma oggi contro questi ragazzi il Cellole ha dovuto abbassare la cresta e subire la prima sconfitta di questo campionato.
 
PRIMO TEMPO –  La cronaca si apre subito dopo due giri di lancette con un tiro dalla distanza di Marchitelli che finisce di poco fuori. La risposta dei padroni di casa al 3 minuto con Gelato che non inquadra la porta, ci prova al 6 Soviero gran tiro che mette a dura prova l’estremo difensore casertano che vola a deviare in angolo, batte lo stesso centrocampista il tiro dalla bandierina e colpisce direttamente con una traiettoria insidiosa la parte alta della traversa. Al 9′ la doccia fredda, Marchitelli con una girata dal limite mette il pallone nell’angolo e porta la sua squadra in vantaggio. Una mazzata tremenda che però ha l’effetto di non abbattere i gialloverdi padroni di casa, anzi li carica ancora di più, e al 29′ arriva il meritato pareggio, eurogol di Gelato abile a raccogliere dal limite dell’aria una respinta della difesa e con un tiro di rara potenza lascia di stucco l’incolpevole estremo difensore casertano. Sulle ali dell’entusiasmo e spinti dall’incitamento dei propri sostenitori continua ad attaccare la Caivanese, si difende come può il Cellole ma non riesce ad imbastire se non al 44′ un azione d’attacco conclusa da un tiro sottomisura di Cicala con la grande respinta in angolo di Buonocore.
 
SECONDO TEMPO – La musica non cambia nella ripresa, ci prova prima Barra di testa pallone a fil di palo poi Fucito tiro fuori, al 10′ proteste dei padroni di casa per un fallo in aria su Malasomma che l’arbitro non giudica falloso. Al 20′ Cellole in dieci, espulso per doppio giallo Petrillo, i casertani si stringono ancora di più a difesa della porta con l’intento a questo punto di portarsi a casa almeno un punto. Mr Dello Margio si gioca con i cambi tutte le carte a disposizione per portarsi a casa questi tre punti, entra Cocozza e si rende subito protagonista prima con un tiro che finisce fuori da ottima posizione e poi al 31′ quando lanciato a rete supera di testa il portiere in uscita disperata ma si vede cancellare il gol da un intervento sulla linea di un difensore.
Al 37′ boys in vantaggio bene Malasomma si libera in dribbling del suo marcatore si porta sul fondo penetra in aria e pennella un cross sul palo lontano per Gelato che controlla si accentra e lascia partire quasi dal vertice dell’aria un tiro preciso a giro alla Del Piero e infila l’angolo lontano.
Partita finita? Neanche per sogno, i minuti finali mettono a dura prova le coronarie dei tanti tifosi presenti sugli spalti che hanno incitato e cantato per tutto il match. Al 43′ colpo di testa sottomisura di Malasomma si salva con i piedi il portiere. Al 46′ in pieno recupero il Cellole trova inaspettatamente il pareggio, mischia in aria Caiazzo calcia verso la porta un pallone che passa tra una selva di gambe, ingannando anche il portiere e si infila a fil di palo. Non ci stanno i ragazzi del Ds Marruzzella a pareggiare una partita dominata, attaccano a testa bassa e al 48′ in pieno recupero trovano il gol della vittoria: angolo di Gelato testa di Malasomma e pallone che si infila nell’angolo opposto.
Esplode il Papa di Cardito, gioia in campo e sugli spalti, ancora una volta la Caivanese si dimostra insuperabile tra le mura amiche, e adesso bisogna cambiare marcia e cercare anche in trasferta di fare punti a cominciare dalla prossima in casa dei beneventani del Ponte 98, una diretta concorrente alla salvezza.
Al termine del match dopo aver visto i Boys disputare una partita perfetta, dominata dal primo all’ultimo minuto al cospetto di una signora squadra, da incompetente la domanda nasce spontanea, qual è la vera Caivanese? Oggi nella città di Cardito è andata di scena la bella fiaba del Brutto Anatroccolo, che finalmente trova la sua identità, la fiducia e si trasforma in un bellissimo cigno.
 
Ufficio stampa Boys Caivanese – Alfredo Fanire

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here