Home Cronaca Presunzione d’innocenza, giustizia e gogna mediatica!

Presunzione d’innocenza, giustizia e gogna mediatica!

479
0
SHARE

Un provvedimento atteso da molti decenni, finalmente è diventato realtà.

L’attuale Ministro alla Giustizia, Marta Cartabia è riuscita a far approvare, dai due rami del parlamento, una prima trance di un’articolata riforma del processo penale.

Per la prima volta nella nostra legislazione vengono introdotte una serie di misure in grado di influenzare aspetti cruciali della comunicazione su vicende penali e non solo.

In primo luogo non sarà più possibile per le autorità pubbliche (magistrati, forze dell’ordine, e altri funzionari pubblici) di presentare come colpevole la persona sottoposta a indagini o imputata in un procedimento ancora in corso.

Inoltre, le procure nei loro rapporti con gli organi di informazione potranno convocare conferenze stampa, unicamente, quando le vicende da trattare rivestiranno particolare rilevanza pubblica.

La magistratura, inoltre, in presenza di provvedimenti contenenti la responsabilità penale di imputati, deve limitarsi alle sole indicazioni necessarie per identificare i procedimenti penali in corso, senza porre in essere atti indirizzati alla colpevolezza della persona sottoposta ad indagini o dell’imputato.

Le misura adottate dal ministro Cartabia sono orientate a mettere fine a quelle forme di spettacolarizzazione della giustizia e alle gogne mediatiche a cui spesso sono state sottoposte persone indagate o imputate.

Si tratta di un provvedimento che va nel senso di superare una stagione giustizialista e portare l’Italia nel solco indicato dall’Europa di garantire un processo giusto, svolto in un tempo ragionevole e soprattutto rafforzando la presunzione d’innocenza che rappresenta un pilastro della nostra costituzione.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleAllerta meteo arancione. Domani, le scuole di Caivano saranno chiuse
Next articleParco Verde, in manette un 21enne coinvolto nelle indagini sulla morte di Antonio Natale
Quando si agisce cresce il coraggio, quando si rimanda cresce la paura. Il suo percorso giornalistico è una continua azione a colpi di penna e battute: così ha deciso di far crescere il coraggio in lui. Ama definirsi un giornalista scomodo e amante della verità. Ciro Pisano, giornalista pubblicista dal 2018, ha studiato e si è formato come addetto alla comunicazione, in particolare modo a quella legata a progetti sociali. Diverse le collaborazioni che lo hanno portato al mondo dell’informazione e del giornalismo, da sempre impegnato nel giornalismo di frontiera e legato ai grandi movimenti di sinistra. Fautore del blog adaltavoce.eu, collaboratore nel passato con ilgiornaledicaivano.it ha collaborato con entusiasmo a più riprese con linterferenza, blog d’informazione libera ed indipendente!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here