Home Altri Comuni Ad Agropoli in campo la Filca Cisl: fari puntati sui lavoratori. Donato...

Ad Agropoli in campo la Filca Cisl: fari puntati sui lavoratori. Donato un defibrillatore alla Croce Rossa agropolese

389
0
SHARE

“Le morti bianche, il lavoro nero e l’allarme disoccupazione. Sono questi temi molto sensibili al segretario nazionale della Filca Cisl Ottavio De Luca e che sono stati i temi dell’incontro natalizio, svoltosi ad Agropoli e promosso dalla Filca Cisl del comprensorio Battipaglia-Sapri con i due responsabili Peppe Marchesano e Marco Martino.

Marchesano e Martino, grazie all’impegno degli iscritti al sindacato, hanno donato anche un defibrillatore alla Croce Rossa di Agropoli. La sala del consiglio comunale di Agropoli era gremita di lavoratori iscritti alla Filca Cisl, tutti soddisfatti per aver contribuito alla donazione fatta alla croce rossa agropolese che si è svolta alla presenza di Giovanni Passamano, storico della cassa edile, dei sindaci Alfieri, Coppola e Bottone e dei rappresentanti della stessa croce rossa.

LE DICHIARAZIONI

Parole di grande orgoglio quelle espresse da Peppe Marchesano che, nel suo intervento, ha sottolineato il difficile momento causato dalla pandemia del covid-19, ma ha messo in risalto anche la ripresa del comparto edile negli ultimi tempi. Non sono mancati i riferimenti al tasto più dolente, quello delle morti bianche. “Mi sembra doveroso ed opportuno ricordare tutti quei lavoratori donne e uomini che hanno perso la vita sul posto di lavoro – ha commentato Marchesano – purtroppo è sotto gli occhi di tutti la scia interminabile di sangue e come Filca Cisl chiediamo la messa in pratica di tutti i provvedimenti annunciati dal governo, la costituzione di una banca dati centrale per gli infortuni, con l’obiettivo di arrivare alla patente a punti, un cavallo di battaglia della Cisl”.

Poi Marchesano ha aggiunto. “Ma occorre anche il rafforzamento del potere di sospensione delle attività delle aziende che non rispettano la normativa, per dare la possibilità all’azienda di mettersi a norma. L’assunzione di nuovi ispettori del lavoro, misure ad hoc per il pensionamento degli edili. Non possiamo assistere inermi a questa lunga strage nei cantieri e in tutti i luoghi di lavoro”.

Dal canto suo, Martino ha evidenziato l’importanza dell’impegno della croce rossa, dei lavoratori e della forte presenza della Filca Cisl delle sezioni di Agropoli e Roccadaspide, che hanno giurisdizione da Battipaglia fino a Sapri. “Sono davvero commosso per il calore che leggo nei vostri sorrisi e per l’orgoglio che avete profuso nel mettere insieme l’assegno e applaudire il passaggio di consegne – ha detto Martino, evidenziando il  momento di difficoltà in cui si è trovato tutto il comparto, facendo riferimento con degna approvazione ai bonus introdotti dal governo che hanno interessato in special modo i privati ed esaltando la figura dei lavoratori edili, “grazie ai quali l’edilizia si è svegliata e si è messa a muovere”.

A seguire le dichiarazioni di Giovanni Passamano della cassa edile, figlio dello storico e mitico sindacalista della Filca e della Cisl Pietro Passamano, padre del sindacato provinciale e regionale.

Il passaggio su don Giuseppe Diana è stato la piattaforma del suo intervento, ricco di suggestiva emozione, accomunando il pensiero di don Diana con le finalità del sindacato: “uomini come Peppe Marchesano e Marco Martino, attraverso il loro impegno quotidiano, fanno sì che gli amici lavoratori nei loro posti di lavoro non si sentono mai soli e sentono il sindacato vicino a loro”. Passamano ha, poi, esaltato anche la figura del segretario nazionale Ottavio De Luca, un uomo di successo all’interno del mondo sindacale. “E’ un genio – ha commentato – nel calcio sarebbe un top player, è una persona culturalmente preparata ad affrontare le problematiche del mondo del lavoro ed in particolar modo dell’edilizia”. Passamano ha anche fatto sentire forte la vicinanza del vertice nazionale per Marchesano e Martino. “Con l’aiuto di Ottavio de Luca i responsabili della Filca Cisl di Agropoli e Roccadaspide non si sentiranno mai soli nell’affrontare le battaglie quotidiane – ha proseguito Passamano –  e, poi, rivolgendo un pensiero alla situazione di grande emergenza per le morti bianche e la sicurezza del lavoro ha invitato i sindacati ad essere più presenti sui posti di lavoro. Significativo il commento del sindaco di Capaccio Paestum Franco Alfieri. “Invito Marchesano e Martino e tutto il mondo sindacale ad andare avanti come stanno facendo – ha esortato la fascia tricolore – perchè la loro presenza e il loro aiuto oltre ad essere un sostegno costituiscono anche uno sprone per fare meglio da parte nostra”.

Per Adamo Coppola, sindaco di Agropoli, “la Filca Cisl è un’opportunità per tutta l’area. Siamo in sintonia su tutto e collaboriamo da sempre. Per quanto ci riguarda saremo molto vicini”. Il sindaco di Rutino Bottone, ha evidenziato la serietà e l’impegno dei lavoratori senza dei quali, a suo avviso, difficilmente si va avanti. L’emozione dei rappresentanti della croce rossa nel ricevere l’assegno per dotare la loro sede di un altro defibrillatore è stato forse il momento più edificante dell’incontro, perché tutti i lavoratori in sala hanno contribuito con il sostegno economico a far sì che l’importante strumento salvavita potesse essere regalato. Significativo il messaggio di Russo, presidente dell’Ance di Salerno. “Saluto e ringrazio tutti i presenti e mi congratulo con i promotori per questa bellissima iniziativa – ha detto il numero uno dell’Ance – un plauso va ai dirigenti sindacali Filca, al segretario Ottavio De Luca, agli amici Giuseppe Marchesano e Marco Martino, per la grande sensibilità mostrata su una problematica così importante: la sicurezza e la salute sul luogo di lavoro. Un grazie ai nostri lavoratori che, con bontà e cuore solidale, hanno donato uno strumento importantissimo per la salvezza di vite umane. Questa donazione rappresenta una doppia vittoria, sia per la sicurezza e sia per la solidarietà: la gioia ancora più grande è che la solidarietà arriva dal mondo dell’edilizia, dal cuore di tanti lavoratori che, con il loro gesto permetteranno all’associazione di risparmiare su altre risorse da poter impiegare a loro volta in altri servizi importanti per a comunità. L’Ance Salerno da sempre ha posto i temi della sicurezza e prevenzione degli infortuni in posizione preminente, rendendoli oggetto di attenzione e di azioni concrete”. Poi Russo ha così proseguito. “L’impegno della nostra Territoriale si traduce nel mettere a disposizione know how, professionalità e proposte per la formazione e la sicurezza sul lavoro, misure che sono tanto più necessarie in un settore come quello edile in cui prevalgono le imprese di piccola o media dimensione, che sentono fortissima l’esigenza di assistenza qualificata. La battaglia contro il fenomeno infortunistico deve essere combattuta intervenendo sulla prevenzione, perché ogni vita umana è sacra e va tutelata in ogni suo aspetto. Per questo è necessario continuare a diffondere la cultura della sicurezza e promuovere la formazione degli imprenditori e di tutti i soggetti che operano in cantiere, compresi i lavoratori, per consentire di operare in un tessuto competitivo, sano e trasparente. Tra gennaio e settembre 2021, in provincia di Salerno, abbiamo registrato un trend preoccupante per gli infortuni sul lavoro di carattere mortale o la fattispecie dei cosiddetti gravissimi. Fra i comparti più colpiti da questa piaga c’è quello delle costruzioni, per cui è importante ora come non mai assicurare il rispetto delle norme per la sicurezza sul lavoro: è fondamentale che vengano adottate le misure di sicurezza”.     

                         

Tra i tanti lavoratori del territorio cilentano e a sud di Salerno che hanno partecipato attivamente all’iniziativa ci sono anche lavoratori del casertano. Tra questi anche Silvio Santoro (delegato Filca CISL), che nonostante sia residente a Casal di Principe è sempre attivo e presente sul territorio salernitano e di tutta la Campania. I dirigenti sindacali Peppe Marchesano e Marco Martino alla fine della cerimonia hanno ringraziato il segretario nazionale Ottavio De Luca.Siamo grati al segretario nazionale Ottavio De Luca per la fiducia e per l’autonomia che ci ha dato e per l’ottima riuscita dell’iniziativa, fortemente voluta dallo stesso Ottavio che è uomo del nostro territorio e tiene tantissimo al Cilento e a tutto l’ambito salernitano, terra della quale è originario”.

Non ha fatto mancare il suo messaggio l’ex campione della Serie A l’avvocato Guglielmo Stendardo, oggi docente Luiss e opinionista Rai, il quale con due video messaggi ha posto l’attenzione sull’importante iniziativa di beneficenza e ha voluto salutare il segretario nazionale De Luca per l’impegno e per l’attenta presenza nei luoghi opportuni, nonché per la crescita della Filca Cisl. La manifestazione si è conclusa con la distribuzione di panettoni per i lavoratori: gente umile e intellettualmente grande che fanno dell’umiltà la loro più grande alleata. Gente che lavora e che s’impegna ogni giorno e che sono l’orgoglio per il segretario nazionale Ottavio De Luca. 

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleIl Parco Verde può attendere, niente finanziamento
Next articleIl gioco delle tre carte
Lauree magistrali in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, ed in Scienze Motorie, con Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. Giornalista pubblicista, è corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino” dal 1990. Docente, vicepreside, ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana, addetto stampa per il Centro Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana, ha diretto, tra gli altri, i periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”, collaborando, inoltre, con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Caporedattore della testata online Campania Press.it, collabora con emittenti televisive da oltre un ventennio, curando interviste e servizi. Da svariati anni collabora anche con l’emittente televisiva “Capri Event”. Nell’ottobre 2019 gli è stato assegnato il Premio Nazionale “Mario Fiore”, giunto alla V edizione, per la sezione dedicata al giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here