Home Cronaca l bilancio di fine anno dei carabinieri: risultati importanti a Caivano

l bilancio di fine anno dei carabinieri: risultati importanti a Caivano

1211
0
SHARE

(comunicato) La fine dell’anno è anche il momento dei bilanci. L’attività dei carabinieri del comando provinciale di Napoli è stata ed è dedicata, in ogni centro della provincia, alla prevenzione e alla repressione dei reati più diffusi ma anche al contrasto delle emergenze che di volta in volta nascono sul territorio. Un lavoro costante senza mai dimenticare le misure e i carabinieri messi in campo per arginare l’epidemia. I numeri danno una dimensione a questo lavoro: nel 2021 le persone arrestate sono state 3280, quelle denunciate 14.210. Durante le pattuglie per il controllo del territorio o nel corso di servizi ad alto impatto, il cui nome è evocativo del numero di militari impiegati e della capillarità delle verifiche effettuate anche con i reparti speciali dell’arma, sono state identificate 535.351 persone e controllati 290.671 veicoli . Inferti duri colpi alla criminalità organizzata con diversi affiliati finiti in manette. 

REDDITO DI CITTADINANZA

I carabinieri del comando provinciale hanno effettuato in tutta Napoli e provincia una campagna di controllo e verifica sulla legittimità della percezione del reddito di cittadinanza che ha visto impegnati tutti i reparti territoriali, del Comando Carabinieri ispettorato del lavoro con la collaborazione dell’Inps. Scoperte 2441 persone che percepivano indebitamente il beneficio per una truffa ai danni dello Stato di oltre 5 milioni di euro. Aggrediti poi i patrimoni illecitamente accumulati: quest’anno sono stati sequestrati beni per un valore complessivo pari a 24 milioni 724mila euro.

DROGA

Nella lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti sono stati sequestrati oltre 6mila chili di hashish, 300 di cocaina, 30 chili di eroina, più di 4mila piante di cannabis oltre a più di mille chili di marijuana. Significativa l’operazione anti-droga avvenuta ad ottobre scorso quando i carabinieri arrestarono tre persone. In quell’occasione furono rinvenuti e sequestrati 10 chili di cocaina purissima suddivisa in 10 confezioni da 1 chilo.

Ogni pacco di droga presentava al suo interno una banconota colombiana e in bassorilievo una svastica. La cocaina avrebbe fruttato oltre 1 milione di euro nella vendita al dettaglio. Impressionante il lavoro svolto dai carabinieri del gruppo di Castello di Cisterna specie in una zona delicata come quella di Caivano dove, nell’anno solare che sta terminando, sono quasi 200 le persone arrestate. Fondamentale il monitoraggio quotidiano del territorio in una preziosissima sinergia info-investigativa tra la tenenza di Caivano, il nucleo investigativo dei carabinieri di Castello di Cisterna e l’autorità giudiziaria.

ARMI

Rinvenute e sequestrate 400 armi tra bombe da mortai, mitragliatrici, fucili e pistole oltre a 16350 detonatori e centinaia di armi bianche.

ESTORSIONI E USURA

Un’attenzione particolare è rivolta inevitabilmente ai reati efferati ma anche a quelli che ledono la dignità delle vittime – come le estorsioni e l’usura – ed a quelli che si consumano in famiglia perché la protezione delle fasce deboli è da sempre una priorità. Sono quasi all’ordine del giorno gli interventi in abitazioni private per litigi, estorsioni da parte di familiari tossicodipendenti, tentati omicidi, maltrattamenti in famiglia. E quest’ultimo è un argomento tristemente attuale per cui l’arma si sta prodigando sempre di più. In tal senso la realtà napoletana vanta tre locali chiamati stanza tutta per sé nella stazione di Capodimonte e nelle tenenze di Caivano ed Ercolano. Ambienti dedicati all’ascolto di vittime di violenze o abusi.

Inaugurazione sala “Una stanza tutta per sé”

E’ stata inaugurata venerdì 11 giugno, presso la sede della Tenenza di Caivano, “Una stanza tutta per sé”, dedicata all’accoglienza e all’ascolto delle vittime di violenza di genere, nell’ambito di un protocollo nazionale stipulato nel 2019 tra il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri e la Presidenza dell’Associazione Soroptimist International Italia. In linea con gli obiettivi dell’intesa, il Soroptimist Club Napoli Vesuvius ha donato gli arredi e i materiali informatici per la realizzazione della Stanza, dedicata all’ascolto e alla denuncia da parte delle donne: uno spazio che si connota per la scelta degli allestimenti, distinti da quelli degli uffici ordinariamente utilizzati per la ricezione delle denunce.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here