Home Cronaca Parco Verde, vandalizzata la sede di “Un’Infanzia da Vivere”. Bruno Mazza: Chiedo...

Parco Verde, vandalizzata la sede di “Un’Infanzia da Vivere”. Bruno Mazza: Chiedo aiuto ai comitati

1731
0
SHARE

Il primo dell’anno è iniziato male per i volontari dell’onlus “Un’ Infanzia da Vivere” che all’alba di stamattina hanno trovato uno scenario raccapricciante.

All’esterno della sede dell’associazione, in viale Margherita, sono stati trovati un cassonetto dato in fiamme, dei rifiuti sparsi ovunque, segni di scassinamento sulla porta d’ingresso e area interna totalmente vandalizzata.

A parlarne, Bruno Mazza, fondatore e operatore di “Un’Infanzia da Vivere”:

Ecco cosa è successo stamattina nel primo giorno dell anno 2022, figli di Gomorra ci hanno vandalizzato e distrutto la sede dell’associazione”.

Fenomeni di intimidazione a distanza di due mesi

Non è la prima volta che accadono episodi simili, due mesi fa, sono stati dati alle fiamme due scuolabus donati all’associazione, per consentire ai bambini di essere accompagnati in diverse strutture ricreative. S’ipotizzava l’idea di un fenomeno isolato e invece era solo questione di tempo. A quanto pare, la manovalanza della micro-criminalità avrebbe fatto dinuovo sentire la sua voce.

Sembra difficile immaginare un gruppo di ragazzi dediti allo spaccio e ad altre attività illecite concentrarsi a vandalizzare una struttura per ragazzini e ad intimidire i responsabili di una semplice onlus, fatto sta che l’episodio si è verificato e desta molta preoccupazione.

Bruno Mazza: chiediamo aiuto ai comitati!

Bruno Mazza attualmente fa parte del Comitato dalla liberazione anticamorra Area Nord, fondato a novembre dell’anno appena trascorso, coordinato dal giornalista e senatore della Repubblica del gruppo misto Ecosolidali, Sandro Ruotolo.

Due episodi di vandalismo e intimidazione a distanza di due mesi fanno riflettere sul ruolo della camorra all’interno delle associazioni di stampo no-profit e lascia molte questioni in soseso. Intanto, nemmeno l’appartenenza al Comitato ha risparmiato Bruno Mazza dall’essere libero dalla camorra. Nel suo post pubblicato sulla pagina ufficiale Facebook, dichiara:

“Chiediamo ai comitati e alle associazioni di aiutarci.
Parco verde ha bisogno di bellezza. AIUTATECI… VOGLIAMO LA VIDEO SORVEGLIANZA NEL VIALE MARGHERITA.
SIETE SOLO DEI VIGLIACCHI. LO STATO TRIONFA”.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleCovid, s’ipotizza chiusura scuole elementari a gennaio per la vaccinazione ai bimbi
Next articleCovid, è forte la quarta ondata a Caivano. Superati i 600 positivi
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger e social media manager. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Vice segretario nel direttivo del SUGC (Sindacato Unitario Giornalisti Campania). Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con varie emittenti televisive per interviste e servizi. Ha collaborato come blogger per Fanpage, dal 2012 al 2019, e ha fondato il blog "Respirando Rosa". Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here