Home Cronaca Protesta alla ‘Ciari’, bambini a casa senza termosifoni. La rabbia dei genitori…

Protesta alla ‘Ciari’, bambini a casa senza termosifoni. La rabbia dei genitori…

1089
0
SHARE
Protesta mamme alla scuola 'Ciari' 2013

Caos e delusione questa mattina alla scuola Bruno Ciari di via Necropoli dove le mamme sono state costrette a riportare a casa i bambini per l’ennesimo guasto alla caldaia per non tenerli al freddo.

Oltre al covid si aggiunge la paura di avere i propri figli al freddo, nel periodo peggiore dell’anno, con nessuna risposta da parte delle istituzioni. Anzi la risposta è anche arrivata, secondo quello che dichiarano alcune mamme al telefono col sindaco Falco, ma le sue parole hanno reso la mattinata ancora più triste.

Una mamma ci ha scritto un messaggio:

Salve, vorrei segnalare l’ennesima vergogna di Caivano, stamattina come da quando è ripartita la didattica in presenza, noi genitori della Bruno Ciari ci siamo ritrovati a riportarci indietro i nostri figli! Causa: guasto tecnico alla caldaia, termosifoni spenti e il comune che non finanzia. I bambini delle elementari rimasti al gelo con finestre aperte causa covid, così poi si ammalano. Il sindaco in una telefonata ha risposto di mandare i bimbi a scuola col giubbotto in classe! Potete pubblicare questa ennesima vergogna, grazie. #Datevoceaipiu’fragili#Dirittodeibambini#

Un altro messaggio specifica che:

Buongiorno sono la mamma di un’alunna della Bruno Ciari, volevo dire che i bambini non sono potuti entrare in classe perché non ci sono i riscaldamenti, e non fanno entrare stufe.
E’ stato chiamato il preside ma fa lo scarica barile col sindaco in tutto ciò vogliono far fare la dad ai bambini, stiamo combattendo per l’istruzione dei nostri figli, ora che i bambini potevano tornare a scuola si deve fare la dad non per il covid ma per la caldaia rotta?
Penso sia una vergogna!
Mi rivolgo a voi a nome di tutte le mamme perché nessuno ci ascolta sanno solo incolparsi l’uno dall’altro e chi ci rimette sono solo i bambini…
Vi prego di intervenire magari smuoviamo qualcosa grazie

 

Fatto sta che ieri tutto il primo padiglione, questa mattina tutto il secondo hanno disertato la scuola, tra le mille difficoltà dei bambini, dei genitori che lavorano e ancor di più dei bambini con disabilità.

Alcune mamme dichiarano che il preside abbia promesso la Dad in attesa della risoluzione del problema, cosa assai grave perchè la Dad per legge è contemplata solo per assicurare la presenza in caso di Covid e non per altre motivazioni.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleAlisurf cerca operatori telefonici e promoter: lavorare in un settore in crescita
Next articleEnio Dentale, il grido di libertà di un disegnatore di Caivano
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here