Home Cronaca Decoro urbano, quale? Sul corso Umberto I, alberi mozzati

Decoro urbano, quale? Sul corso Umberto I, alberi mozzati

792
1
SHARE

Se è vero che Caivano è un paese con numerose problematiche e il decoro urbano passa in secondo piano, la necessità di vivere in un luogo pulito e libero da vegetazione incolta rientra nei servizi essenziali.

Carente, o quasi assente, la manutenzione ordinaria del verde pubblico, in ogni strada. Stesso discorso per edifici pubblici, come le scuole.

In assenza di servizi, la cittadinanza si autogestisce, ed è ciò che è accaduto questa notte. Sul Corso Umberto I, i residenti si sono svegliati assistendo ad uno scempio: alberi mozzati e tagliati senza un criterio e rispetto per l’ambiente.

Una potatura sarebbe stata efficiente per risanare una vegetazione abbandonata da troppo tempo, invece qualcuno ha ben pensato di “tagliare la testa al toro” e risolvere subito la faccenda. 

Il fogliame è stato accatastato in una strada laterale, probabilmente si è trattato di un “lavoro “fortuito” per evitare reclami, fatto sta che l’autogestione della pulizia del verde non è un esperimento ben riuscito, al contrario, ha sollevato molte critiche.

Le ditte specializzate, incaricate dal Comune di Caivano, hanno l’obiettivo di potare e ripulire la vegetazione cresciuta a dismisura; è quindi compito dell’ente e non del cittadino provvedere. Ci auguriamo che l’assessore al ramo possa prendere seri provvedimenti anche su questo. 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleMega indagine in corso per la morte di Raffaele Arcella
Next articlePino Grazioli denunciato da Romeo (“Il Riformista”), a conclusione le indagini
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger e social media manager. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Vice segretario nel direttivo del SUGC (Sindacato Unitario Giornalisti Campania). Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con varie emittenti televisive per interviste e servizi. Ha collaborato come blogger per Fanpage, dal 2012 al 2019, e ha fondato il blog "Respirando Rosa". Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

1 COMMENT

  1. Lo scempio e’ questa amministrazione che continua ad essere incollata alle sedie non avvertendo la sensibilita’ di farsi da parte…..e che dire dello stato comatoso dei piccoli giardinetti antistanti l’ex castello ,vecchio simbolo dei caivanesi, è che dire dei barbari che parcheggiano “autorizzati da questa amministrazione” a ridosso dell’ ex castello? E’ la fine

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here